Si tuffa in mare e muore annegato: sciacalli gli rubano lo zaino con i soldi

NETTUNO – Una vicenda che lascia senza parole. Un uomo di 45 anni, moldavo, è morto ieri sera a Nettuno, sul litorale romano, annegato in mare dopo essersi tuffato per un bagno refrigerante, a fronte del forte caldo che da due mesi toglie il respiro. L’incidente è avvenuto dopo le 19.30: l’uomo si è tuffato in pieno centro del paese, dietro la basilica di Santa Maria Goretti.

Il 45enne si è sentito male: alcuni bagnanti hanno provato a salvarlo, così come i soccorsi arrivati velocemente sul posto, ma non c’è stato niente da fare. Nel giro di pochi minuti, scrive Il Messaggero, il 45enne ha perso la vita. Ma ciò che lascia ancora di più senza parole, è quello che è successo intorno: mentre l’uomo veniva soccorso e tentavano di salvargli la vita, alcuni sciacalli gli hanno rubato lo zainetto, con dentro documenti e soldi. Sull’episodio indaga ora la polizia di Anzio Nettuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.