Civitavecchia – Sordomuto “punito” trasferito all’URP (ufficio relazioni con il pubblico)

Autore della decisione il “prete-gerarchetto” direttore del personale di CSP Paolo Iarlori e scoppia la polemica. Adesso intervenga il sindaco Tedesco

CIVITAVECCHIA – Chi lavora all’URP deve saper rispondere alle domande dei cittadini e soprattutto farsi capire. Non per niente URP è l’acronimo di “Ufficio Relazioni con il Pubblico”.

Bene. Prima di Ferragosto il novello Cimabue della Civitavecchia Servizi Pubblici, Paolo Iarlori, non ha perso occasione per far notare come sia arrivato a ricoprire quel ruolo senza un regolare concorso pubblico.

Cosa ha combinato questa volta il novello “prete-gerarchetto”?

Semplice, ha trasferito personalmente all’URP un dipendente sordo-muto in servizio, prima di quel momento, all’aula Cutuli.

Parliamo non di un sordo-muto qualsiasi ma di un campione.  Il non udente civitavecchiese Fabiano Di Marco ha alle spalle una sua lunga carriera sportiva come pallanuotista. Ai XXI Deaflyolimpics (chiamati anche World Games for the Deaf) di Taipei ha portato la squadra azzurra ad una splendida medaglia d’argento. E’ stato anche campione di Germania con la squadra di pallanuoto maschile del Monaco di Baviera over 45.

Fabiano Di Marco

Ebbene, Fabiano Di Marco da venerdì scorso ha subito l’umiliazione di stare allo sportello dell’URP e non si capisce bene per quale ragione.

Come è possibile vedere dalla foto che immortale il “prete” Iarlori, si è sincerato di persona del trasferimento del campione. La notizia ha sconvolto l’intera città. Abbiamo provato questa mattina a contattare il presidente di CSP Fabrizio Lungarini per chiedere una spiegazione con scarsa fortuna.

L’inadeguatezza del ruolo di Iarlori ha raggiunto livelli indicibili. Chiediamo al sindaco Ernesto Tedesco di intervenire personalmente così come i sindacati e la politica a tutti i livelli. E’ inaccettabile quello che sta accadendo all’interno della società in house del Comune di Civitavecchia.

Il “prete” Iarlori in azione

 

 

 

6 Replies to “Civitavecchia – Sordomuto “punito” trasferito all’URP (ufficio relazioni con il pubblico)

  1. Ed è ancora più incredibile che la notizia in città venga data tramite un blog giornale, come il vostro, e non ne parlino le testate locali. Chi copre chi?

  2. Visto che il mio Amico Fabiano De Marco è sordo ora, nel nuovo ruolo che gli è stato affidato e che ubbidientemente ha accettato, ha il diritto sacrosanto, come prevedono le regole del caso, di avere al suo fianco per tutto l’orario giornaliero di lavoro, ad uno o più interpreti di Lingua dei Segni, pagato dall’Azienda C.S.P.

  3. Immagino che la decisione di attuare il trasferimento sia stata assunta all’interno di CSP. Bene, allora si proceda alla immediata destituzione, per manifesta incapacità, del responsabile dell’impiego del personale e, come è ovvio, del Presidente della stessa CSP, CHIUNQUE ESSI SIANO ! Semplice, no ? P.S. : tanto ora ci racconteranno che non è stato traferito per avere contatti diretti con il pubblico bensì per lavori di tenuta archivi, segreteria, ecc..

  4. Ma che vergogna è questa?
    Fabiano va rispettato non solo xche campione di sport..ma come PERSONA.
    che intelligente sto “dirigente”
    All’urp un non utente con difficoltà di parlare….
    Si dovrebbe vergognare

  5. Iarlori come altre decine di lavoratori delle municipalizzate, sono stati assunti tramite chiamata diretta…da protettori che tutt’ora gravitano nell’olimpo della politica civitavecchiese. Stipendi superminimi suntuosi concessi per grazia divina a personaggi che nn meriterebbero di lavorare…e poi ci metivigliamo delle perdite milionarie, dei dissesti finanziari, dei fallimenti delle società quali Civitavecchia Infrastrutture, le cui conseguenze ricadono su noi cittadini. Queste sono le regole della ns città…mi spiace per Fabiano, ma i problemi veri sono più grandi e vengono ignorati sistematicamente dalla politica, dallaagistratura e dagli organi d’informazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.