Viterbo – Santa Rosa, il consigliere Marinetti prima insulta i facchini poi si scusa: “Rimetto le deleghe alla Protezione Civile”

VITERBO – “La lobby del Sodalizio deve chiudere per sempre, la macchina è dei Viterbesi e Rossi non comanda un cazzo”.

alla pagina Facebook di Eros Marinetti, consigliere comunale di maggioranza (Viterbo 2020), un post a commento della scelta da parte di Sandro Rossi, capofacchino, e del Sodalizio di protestare per gli eccessivi spazi tolti al pubblico.

“Il capofacchino Sandro Rossi – si legge nel post – ha minacciato di non far passare la macchina di Santa Rosa. È ora di fargli capire che la lobby del Sodalizio deve chiudere per sempre. La macchina è dei viterbesi e lui non comanda un cazzo”.

Dal profilo del consigliere, riferimenti alla sicurezza. “La sicurezza delle persone non è cosa da poco e l’ignoranza e la burinaggine dimostrata da lui, non è degna della devozione per la santa, ma solo di un pensiero personale, che deve cessare per sempre”.

 

Il post è rimasto online una quarantina di minuti, ci sono stati diversi commenti, poi è scomparso. Poco fa un altro post dove il consigliere comunale chiede scusa al capofacchino Sandro Rossi, ai facchini e alla sindaca rimettendo tutte le deleghe a lui assegnate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *