Frosinone – Energia, Confagricoltura, rincari in bolletta insostenibili per le imprese

FROSINONE – “Da oltre un anno i costi di produzione in agricoltura sono in continuo aumento. I rialzi hanno toccato punte del 300%. Livelli record se si pensa che in Italia gas ed energia sono 16 volte maggiori rispetto a quelli della Russia, 5 cinque volte rispetto alla Spagna.

L’aumento delle materie prime è stato altrettanto impressionante: i concimi costano il 140% in più, il gas addirittura il 400%.

In questo quadro decisamente drammatico va rilevato che, per quanto riguarda l’andamento dei prezzi agricoli a livello internazionale, i mercati stanno già scontando, con tutta probabilità, l’imminente avvio di una fase recessiva. L’indice della FAO ha fatto registrare a luglio il quarto calo consecutivo.

E’ la fotografia, impietosa, scatta da Confagricoltura Frosinone che denuncia le difficoltà degli agricoltori che per produrre il cibo da mettere sulle tavole degli italiani, spendono per i fertilizzanti ed energia tre volte in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

E’ purtroppo facile prevedere che molti saranno costretti a chiudere le proprie attività e mettere fine alle produzioni.

Il Presidente Vincenzo del Greco Spezza avanza richieste urgenti all’attuale esecutivo e al prossimo Governo che si insedierà dopo il 25 settembre: “In primis occorre che venga abbattuto il costo energetico – sottolinea del Greco Spezza – perché in assenza di provvedimenti o le aziende chiuderanno o i costi maggiori dovranno essere trasferiti al consumatore finale con il risultato di far salire ulteriormente la spesa per l’alimentazione e, di conseguenza, l’inflazione”.

Azione che comunque non basterebbe da sola: “Chiediamo che vengano rafforzate le misure previste nell’ultimo decreto “Aiuti Bis” – spiega anche il Presidente di Confagricoltura Frosinone – e che vengano rilanciate iniziative in ambito europeo per la fissazione di un tetto al prezzo del gas non più procrastinabile. E’ il momento di assumere decisioni straordinarie sul piano finanziario a supporto delle imprese per evitare il tracollo del comparto che, lo ricordiamo, è fondamentale non solo per l’economia del paese ma per la vita stessa delle persone”.

“La crisi che il nostro settore sta attraversando deve essere trattata anche a livello di Consiglio Agricoltura dell’Unione europea. La Commissione non può limitarsi a rendere più flessibili le regole per la concessione degli aiuti di Stato. In questo modo si determinano disparità di concorrenza tra le imprese a seconda dello Stato membro in cui operano. Abbiamo già avviato le iniziative necessarie perché la situazione venga affrontata in occasione delle riunioni ministeriali in programma nel mese di settembre. Ci sono tutte le condizioni – conclude del Greco Spezza – per assumere decisioni straordinarie sul piano finanziario a supporto delle imprese”.

LE TABELLE DI CONFAGRICOLTURA

Prezzo del gasolio agricolo*

(elaborazioni Confagricoltura su dati CLAL)

Differenza rispetto a gen 2021

gen-21

0,754

feb-21

0,800

+6,1%

mar-21

0,826

+9,5%

apr-21

0,814

+8,0%

mag-21

0,829

+9,9%

giu-21

0,857

+13,7%

lug-21

0,879

+16,6%

ago-21

0,871

+15,5%

set-21

0,891

+18,2%

ott-21

0,976

+29,4%

nov-21

0,986

+30,8%

dic-21

0,950

+26,0%

gen-22

1,011

+34,1%

feb-22

1,085

+43,9%

mar-22

1,346

+78,5%

apr-22

1,368

+81,4%

mag-22

1,402

+85,9%

giu-22

1,559

+106,8%

lug-22

1,493

+98,0%

ago-22

1,383

+83,4%

Aumenti dei prezzi dei mezzi correnti e dei prodotti energetici nei primi cinque mesi del 2022

(fonte: Ismea)

Gen-mag 2022 rispetto a gen-mag 2021

Totale mezzi correnti

Prodotti energetici

Coltivazioni

+22,9%

+59,0%

Allevamenti

+17,8%

+68,1%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.