Civitavecchia – Sfiorata la tragedia, con l’Ape-Calesse sfreccia tra i tavoli dei ristoranti, panico tra la gente

Il mezzo usato per il trasporto dei turisti ha quasi travolto un passeggino. Licenza da revocare e divieti da far rispettare

CIVITAVECCHIA – Ape Calesse turistici usati come taxi. Incuranti delle isole pedonali e dei divieti, sfrecciano ovunque senza alcun rispetto di regole e persone.

Ieri, verso l’ora di pranzo, nel centralissimo quartiere del Ghetto a Civitavecchia, i tavoli dei ristoranti erano pieni di persone. Ad un certo punto è arrivata un’Apetta (così chiamano l’Ape Calesse turistica) che con dei turisti a bordo ha pensato bene di passare dentro l’isola pedonale e sfrecciare tra i tavoli tanto da discutere con una famiglia che aveva il figlio piccolo dentro il passeggino.

Discussione animata e rissa sfiorata che ha avuto un seguito. Le persone infastidite che hanno rischiato di essere travolte da questo scalmanato hanno presentato una dettagliata denuncia al locale commissariato di Polizia.

Non è la prima volta che qualcuno di questi conducenti si rende protagonista di bravate del genere. Il sindaco Ernesto Tedesco è stato informato della cosa affinché possa adottare provvedimenti e mettere regole ancor più stringenti nei confronti di chi ancora non ha capito la funzione di questi mezzi. Usati anche come taxi per portare turisti alla stazione o altrove è facile vederli carichi di valige o con un numero di persone a bordo superiore a quello consentito.

Questo è l’Ape Calesse che ieri si è reso protagonista di quella bravata

 

4 Replies to “Civitavecchia – Sfiorata la tragedia, con l’Ape-Calesse sfreccia tra i tavoli dei ristoranti, panico tra la gente

  1. Buongiorno sono Marchioni felice l’autista in oggetto del ape calessino forerei fare alcune precisazioni innanzitutto non sfrecciavo affatto tra i tavoli del ristorante e non è stata sfiorata nessuna rissa ma sono stato insultato pesantemente e l’ape e’stata presa a calci da un esagitato che non voleva farmi passare voi insistete tanto sui clienti che portiamo alla stazione provate a domandarci perché li portiamo noi e poi vorrei ricordare che il mezzo è publico quindi ha tutti i diritti di entrare nella z t l non riesco a capire perché tutta questa acredine nei confronti di questo servizio unico che pubblicizza questa città Sarebbe opportuno che vi informaste a dovere prima di accusare qualcuno solo per il gusto di farlo

  2. Ma i vigili? Citofonare al Sindaco.
    Io a Civitavecchia non so nemmeno che divisa hanno.
    Speriamo bene.
    Buona giornata a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.