Viterbo – Muore d’infarto Luigi Riccardo Storcé, medico legale e appassionato di politica e sport

Stava nella sua casa di Marina di Grosseto quando ha accusato un malore. Inutili i tentativi di rianimarlo

VITERBO – Un grave lutto ha colpito la comunità viterbese. Alle 15 di oggi è venuto a mancare il dottor Luigi Riccardo Storcè. Aveva 67 anni. Dirigente medico legale ed esperto di medicina dello sport per decenni ha prestato servizio nella Asl di Viterbo e, raggiunta la pensione, si stava dedicando alla libera professione. Aveva ottenuto l’abilitazione ospedaliera in Cardiologia nel 1981 ed aveva cominciato a fare esperienza nell’Ospedale Grande degli Infermi di Viterbo.

Medico Legale dal 1994 e con titolo di ausiliario medico della mediazione. Già dirigente medico legale presso il reparto di Medicina Legale Aziendale della Asl di Viterbo aveva specifiche competenze in ambito civilistico (lavoro, previdenza ed infortunistica) e penalistico fino al 2017 quando ha raggiunto i limiti di lavoro attivo. Poi libero professionista con studi medico legali in Viterbo e Grosseto ha continuano ad occuparsi delle sue specializzazioni. Consulente tecnico presso il Tribunale di Viterbo.

Molto noto in città, Storcè è stato a lungo un personaggio al centro della della politica viterbese. Consigliere comunale per Alleanza nazionale, fu eletto con Marcello Meroi sindaco nel 1995 e ricoprì anche la carica di presidente del consiglio, nella sala d’Ercole.

Storcè è stato soprattutto uomo di sport. A lungo arbitro di calcio, è arrivato fino a dirigere gare per la serie C. Dopo il campo, è stato osservatore per la Can C e D e dirigente dei fischietti. E’ stato anche medico sportivo di varie squadre, tra cui con il Grosseto calcio del patron Piero Camilli in serie B.

I funerali si terranno, con tutta probabilità, lunedì alle 15 alla chiesa della Trinità.

3 Replies to “Viterbo – Muore d’infarto Luigi Riccardo Storcé, medico legale e appassionato di politica e sport

  1. Una grande perdita….
    Una persona schietta, senza timore nel manifestare le proprie idee, un grande professionista, un personaggio scomodo, pronto a dare una mano senza voler per forza apparire, talvolta perseguitato solo perché amante della verità : “Basta che lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza.“ – Luigi Pirandello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *