Misericordia Santa Marinella, nuovo pulmino, Di Stefano: «Ancora tante iniziative»

SANTA MARINELLA – I volontari gioiscono per il nuovo pulmino attrezzato, che la Misericordia di Santa Marinella, ha potuto acquistare grazie alla generosità di alcuni benefattori, di tanti cittadini che hanno voluto donare affinché questo sogno diventasse una realtà.

Le celebrazioni annuali della Confraternita di Misericordia che in occasione delle festività natalizie riunisce i suoi confratelli nella Chiesa di San Giuseppe per un momento di riflessione e preghiera, quest’anno hanno assunto una valenza davvero particolare perché, al termine della Santa Messa, il parroco Don Salvatore Rizzo ha impartito la benedizione al nuovo veicolo che già da oggi è su strada ed è pronto a percorrere ancora tanti chilometri, con a bordo amici davvero unici e affezionati, giovani ma anche anziani disabili della cittadina.

Non è un caso se quel veicolo, completamente attrezzato con pedana per le persone in carrozzina, era stato ribattezzato il mini bus della felicità. Basta vedere come sono allegri i ragazzi che ogni mattina salgono su questo loro particolarissimo scuolabus, per comprendere il senso di queste parole.

“Grazie a questo mezzo- ha detto il Governatore della Misericordia Stefano di Stefano al termine della funzione religiosa- potremo seguitare a svolgere in tutta sicurezza, anche grazie all’amministrazione comunale, un servizio di cui siamo orgogliosi, ovvero di accompagnare a scuola i nostri ragazzi». «Ma le nostre attività sono molteplici – ha aggiunto di Stefano – perchè la Misericordia non svolge solo il servizio h 24 di emergenza in convenzione con il 118 con ambulanze completamente attrezzate e di ultima generazione e con equipaggi di infermieri soccorritori e autisti esperti, ma ha rivolto il suo impegno nel settore del sociale».

«Lo dimostrano – spiega ancora di Stefano – le tante iniziative che si svolgeranno in queste festività natalizie, che coinvolgeranno davvero tutte le fasce sociali, dagli anziani che stiamo raggiungendo con il nostro neo nato Social Choir tutte le Rsa della città, ma anche i profughi, le persone in difficoltà economiche che cerchiamo di supportare con distribuzioni di alimenti e vestiario e i ragazzi diversamente abili con i quali festeggeremo insieme il Natale».

«Un particolare ringraziamento va al sindaco Pietro Tidei, all’assessore alle Politiche sociali Pierluigi D’Emilio, al delegato al volontariato Andrea Amanati e a tutta la giunta che ci supporta in tante iniziative. Vorrei concludere invitando i cittadini che lo vorranno a seguirci perché abbiamo in cantiere altri progetti, come la nascita di un ambulatorio infermieristico per dare un aiuto a quanti hanno bisogno di piccole prestazioni ma non sanno a chi rivolgersi”.

“Questo affinché nessuno si senta solo – conclude Stefano Di Stefano – un cammino e un percorso in divenire che ogni giorno vede tutti i volontari impegnati in un’opera che svolgono per la sola e unica moneta che li ripaga di tutto, il sorriso della gente a cui si cerca di portare conforto e nella speranza come recita il nostro motto che Iddio ce ne renda merito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *