Viterbo – Carabinieri mostra le nuove motociclette in dotazione alla Radiomobile

VITERBO – Nella mattinata di ieri giovedì 22 dicembre, nella piazza del Comune di Viterbo, il Col. Massimo Friano, comandante provinciale dei Carabinieri, alla presenza del prefetto di Viterbo Antonio Cananà, del questore Giancarlo Sant’Elia e del comandante della Guardia di Finanza colonnello Carlo Pasquali, ha presentato le nuove motociclette di recente assegnazione e che saranno in servizio presso i nuclei Radiomobile di Viterbo e di Civita Castellana.

Si tratta delle YAMAHA TRACER 900 con la livrea istituzionale dell’Arma dei Carabinieri, una moto enduro stradale, le cui caratteristiche la rendono particolarmente adatta a prestare servizio sia nelle strade extraurbane della nostra provincia come anche in ambito prettamente urbano.

Nel dettaglio si tratta di motocicli con motore a 3 cilindri in linea raffreddato a liquido, 4 tempi, 900 di cilindrata e 120 cavalli e serbatoio da 18 litri. La moto presenta quattro mappature motore con piattaforma inerziale a sei assi con ABS e controllo di trazione Cornering; è dotata inoltre di due bauletti laterali, strumentazione su due schermi separati TFT, freni a doppio disco anteriore da 300 millimetri, un cambio manuale a 6 rapporti e un controllo di trazione a 6 livelli. La velocità massima che può raggiungere è di 215 kilometri orari.

Per i servizi istituzionali che l’Arma dei Carabinieri garantisce in città e provincia, il Comando Provinciale da oggi dispone quindi di un prezioso ausilio in più da impiegare nelle aliquote radiomobili del capoluogo e del comune falisco, da affiancare alle “gazzelle” nei servizi su strada; le aliquote motociclisti sono un complemento estremamente utile da impiegare sia per compiti di scorta o di rappresentanza ma anche e soprattutto in quelli ordinari di pattuglia, data la loro capacità di poter percorrere le strade della provincia con maggiore rapidità per il servizio ai cittadini, puntando quindi ad una sempre miglior efficienza.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *