Ospedale di Narni, M5S: “Gli immobili saranno venduti, patetiche le iniziative del centrodestra per la riqualificazione”

La replica di Sergio Bruschini (FI): “Si uniscano alla nostra battaglia, la razionalizzazione economica causa le barelle in corsia”  

In questi giorni una patetica ed inutile locandina fa capolino dalle vetrine delle attività commerciali narnesi : si raccolgono firme per riesumare l’ospedale cittadino.
E dire che di firme ne bastò una sola, quella del Sindaco De Rebotti, che in una riunione congiunta con i vertici regionali ed il suo omologo Amerino, con il protocollo d’intesa del 10/10/2014, decretò che nel nuovo “futuribile” ospedale non ci sarebbe stato nè un punto nascite nè tantomeno un reparto di maternità.A far chiarezza sull’argomento, smascherando fumose e sterili, seppur “veementi”, prese di posizione propinate agli amministrati, da parte dei loro pubblici rappresentanti, ci ha pensato il M5S, che con una interrogazione alla Regione Umbria del 22/12/2015 e successiva risposta formalizzata dalla stessa in data 07/01/2016, ha chiarito in modo inconfutabile che :
1. Nel nuovo, progettato ospedale non è stato mai previsto un comparto in grado di sostituire l’eccellenza del defunto Punto Nascite narnese.
2. Il piano di finanziamento del nuovo polo ospedaliero non può prescindere dalla preventiva vendita degli immobili rappresentati dall’ospedale di Narni, quello di Amelia e del P.E.S. Amerino.
Che scopo potrebbe avere, quindi, il riqualificare un ospedale che deve essere alienato ?
Quello forse di spendere altri soldi pubblici inutilmente?
Alla luce di ciò, tutto il resto non rappresenta altro che menzogne seriali, atte solo al mantenimento di un esiguo potere territoriale a scapito dei cittadini tutti.
A far da complici dello scempio, le diverse opposizioni cittadine, sempre pronte ad avallare le menzogne di un sistema al quale esse stesse sono indissolubilmente legate.

Meetup Movimento 5 Stelle di Narni

Riceviamo e pubblichiamo la replica del consigliere comunale di Narni Sergio Bruschini (Forza Italia)  

Invitiamo il “Movimento 5 Stelle” ad unirsi ad una battaglia che ha come obiettivo il mantenimento ed il miglioramento dei servizi sanitari nel territorio. Il M5S avrà  certamente notato che la razionalizzazione economica ha accentrato tutto su Terni producendo, come loro stessi hanno filmato,barelle in corsia e sovraffollamento .

Ora, a meno che non prevedano la costruzione di un nuovo Santa Maria, si dovranno potenziare i servizi sanitari negli ospedali esistenti.

Sergio Bruschini - Forza Italia
                            Sergio Bruschini – Forza Italia

Il M5S, sempre molto attento, avrà notato che non abbiamo parlato di nuovo ospedale, ciò non è un caso e ci sono motivi ben precisi.

Innanzitutto una premessa solo per ristabilire un po’ di verità.

Né TPN, né  Forza Italia (allora PDL), né Novelli votarono la delibera del 2004 che prevedeva questo percorso di alienazione dei presidi esistenti e relativo protocollo di intesa sottoscritto con la Regione, Asl e Provincia.

Un documento fumoso, senza tempistiche, finanziatori e finanziamenti certi, peraltro più volte stravolto da delibere di giunta regionale.

Comunque ciò che doveva sempre essere una certezza (tradita dai fatti) i servizi nei plessi ospedalieri esistenti sarebbero dovuti rimanere ed essere potenziati.

Vi invitiamo per un attimo per finalità superiori alla diatriba politica a lasciar perdere polemiche, complotti e altro, evitare di fare di tutta l’erba un fascio, di non ergersi a puri. Ognuno ha il suo passato ed i suoi trascorsi, non accumunare responsabilità che non ci sono dimostrate da atti, documenti e iniziative.

E  proprio per finirla con sterili pezzi di carta prodotti a gogò, coinvolgere direttamente la città, i “cittadini” dei quali ci auspichiamo il movimento di Grillo dovrebbe esser rispettoso.

E non interverremo più né a provocazioni né in risposta ad un inutile diatriba: ci interessa la soluzione e l’azione corale e condivisa.

TUTTI PER NARNI

FORZA ITALIA

SINISTRA PER NARNI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *