Civitavecchia, gara a cinque per la gestione del porto storico turistico

Pubblicato il bando sulla Gazzella Ufficiale dove le società che puntano alla gestione hanno 50 giorni di tempo per produrre controdeduzioni e/o reclami

CIVITAVECCHIA – Era il 4 novembre dello scorso anno quando la società Porto Storico di Civitavecchia srl presentò una manifestazione di interesse per la gestione del porto turistico insito nel porto storico della città. L’Autorità Portuale, quindi, iniziò una prima procedura di affidamento che si è conclusa il 5 aprile scorso.

La seconda e ultima fase prevede un tempo utile di 50 giorni per consentire alle società interessate, in questo caso Porto Storico di Civitavecchia S.r.l., Societa’ Marina del Bernini S.r.l., Naval Service S.r.l., IRA S.r.l. e Roma Marina Yachting S.r.l. di visionare i documenti di tutti ed entro 10 giugno 2016 incluso, presentare quelle osservazioni e/o opposizioni che ritenessero opportune a tutela di loro eventuali diritti.

Il porto storico incorniciato tra la darsena romana, Porta Livorno, le mura di Urbano VIII con il mascherone del Bernini e il Forte Michelangelo, è destinato a ospitare yacht di lusso e a divenire uno dei porti turistici più suggestivi al mondo.

Il porto di Civitavecchia, che da 2000 anni è il Porto di Roma, si è affermato come la Capitale del Mediterraneo per le crociere, attraendo turisti da ogni parte del mondo.

Nel 2014 è stato inaugurato il Roma Marina Yachting. Il porto storico trasformato nel più affascinante “Superyacht Marina” del mondo, incastonato in uno scenario da sogno che attraversa 20 secoli di storia: dai resti del porto di Traiano, alle bellezze architettoniche rinascimentali che incorniciano le nuove banchine in granito dotate di tutti i servizi per i gioielli della nautica, del design e della tecnologia che andranno ad accogliere.

Da qui, si possono raggiungere via mare in pochissimo tempo le perle del Mediterraneo: Capri, Procida, Ischia, Ponza, la Toscana, fino alla Sardegna, la Corsica e la Sicilia.

Dal 2014 ad oggi, comunque, non ha affascinato più di tanto i diportisti che ancora non lo hanno fatto entrare a pieno regime viste anche le forti potenzialità.

ECCO IL BANDO PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *