De Rosa e l’Althea BMW Racing Team sul podio della Stock1000; settimo posto per Torres nella seconda gara SBK

Il quinto round del campionato mondiale Superbike si è concluso oggi sul circuito italiano di Imola ed è stata una gara combattuta per i piloti del team Althea BMW Racing, che hanno chiuso in settima (Torres) e dodicesima (Reiterberger) posizione.
Nella gara della Superstock 1000, Raffaele De Rosa è salito ancora una volta sul podio, avendo tagliato il traguardo in terza posizione.

Superbike – Gara 2 – La gara si è svolta sotto un cielo molto nuvoloso, ma con pista asciutta.
Torres, da sesto in griglia, ha perso qualche posizione in partenza ed era decimo dopo il primo giro. Il suo passo molto veloce gli ha permesso di sorpassare prima VD Mark, poi Hayden e in seguito anche il suo compagno di squadra. In ottava posizione a metà gara, lo spagnolo è stato in grado di recuperare un’altra posizione negli ultimi giri, per concludere la manche settimo e guadagnare altri punti importanti per il campionato.
Reiti transitava settimo nei primi giri, posizionato fra i due inglesi Lowes e Camier, in un gruppetto di piloti che giravano tutti con tempi simili. Il pilota tedesco ha mantenuto la sua posizione fino a quasi metà gara, quando ha cominciato a perdere terreno ed ha quindi tagliato il traguardo in dodicesima posizione finale.

Dopo cinque round del campionato 2016, Jordi Torres si trova sesto nella classifica generale con 87 punti; Reiterberger si posiziona 13mo con 47.  BMW è quarta nella classifica dei costruttori (92 punti), mentre la squadra Althea BMW è al quarto posto nella classifica dei team (134 punti).

Superstock – Gara – De Rosa, da quarto in griglia, si è dimostrato fortissimo fin dal primo giro. Nell’arco di tre passaggi aveva già sorpassato Calia e Faccani per posizionarsi secondo, dopodiché ha cominciato a lottare con Mercado per il primo posto. I due piloti hanno continuato a scambiarsi la leadership della gara fino a tre giri dalla fine, quando una sbandata di Raffaele gli ha fatto perdere decimi preziosi. Il giovane pilota italiano ha continuato a spingere forte fino al traguardo, per chiudere la gara di oggi in terza posizione.

“Pensavo di aver fatto una buona partenza ma ho perso comunque qualche posizione. Abbiamo cambiato alcune cose per la seconda manche, usando anche delle nuove pastiglie per i freni. Purtroppo la moto mi sembrava fosse troppo caricata sul davanti e io non ero abituato a queste pastiglie, che si comportano in modo diverso rispetto a quelle che io ero abituato ad usare in precedenza, causando tra l’altro delle vibrazioni che mi hanno disturbato, soprattutto nell’ultima metà della gara. Usavo meno la gomma anteriore, e quindi il posteriore era distrutto a fine corsa. Tutto sommato, non è andata male e ho recuperato qualche posizione; la cosa importante è che abbiamo raccolto tante informazioni che saranno utili per la Malesia. Ringrazio il team per il grande lavoro svolto in questo weekend.”

“I primi giri sono stati positivi ed ero in settima posizione. Per i primi sei o sette passaggi avevo un buon passo ma purtroppo non veloce come quello dei piloti che mi precedevano. A quel punto ho cominciato ad avvertire molte vibrazioni in tutta la moto. La gomma posteriore era distrutta ed ho faticato molto a finire la gara. E’ un problema che abbiamo già avuto in passato, ma non come oggi, quindi c’è da analizzare i dati per capire come risolvere questo problema.”

“Un risultato soddisfacente. La mia partenza non è stata eccellente ed ho perso qualche posizione. Per poter recuperare terreno, nella prima fase ho dovuto spingere un po’ troppo forse e di conseguenza, da metà gara in poi, ho sofferto per la usura della gomma. Ho cercato di resistere, e di rispondere a qualche sorpasso di Mercado, però non potevo dare di più ed ho preso anche dei rischi perché avevo tanta voglia di vincere qua in Italia, davanti ai miei tifosi, ma vedremo se riusciremo a farcela a Donington.”

“Un weekend molto positivo questo di Imola, con Torres quarto nella gara di ieri e settimo oggi. Reiti ha invece avuto un weekend più difficile, con un problema ai freni che purtroppo non siamo riusciti a risolvere. Tutto il lavoro del team è in grande progressione e raccogliamo più informazioni possibili per poter fornire delle migliori prestazioni nelle prossime gare. In Superstock, ancora una bella gara per Raffaele anche se purtroppo il nostro pilota ha sofferto per un calo degli pneumatici, ma ha dimostrato comunque di aver il potenziale per poter lottare per il titolo. Speriamo che le prossime gare possano andare ancora meglio.”

“E’ andata abbastanza bene, considerando com’era cominciato il weekend. Ho fatto qualche errore in qualifica e non sono riuscito ad ottenere una posizione migliore in griglia. La gara non era facile ed essendo stata accorciata a soli 8 giri è stata una gara ‘sprint’. L’importante era rimanere concentrato. Ho perso una posizione in partenza ed ho faticato a sorpassare due piloti all’inizio, ma poi ho preso un buon ritmo e ho potuto fare la mia gara. Mi dispiace che, con una gara così corta, io non abbia potuto raggiungere i due leader, ma oggi mi devo accontentare del terzo posto ed attendere la prossima gara di Assen…”

“Un weekend molto positivo, pieno di soddisfazioni. Credo che abbiamo disputato due ottime gare in SBK con Torres, raggiungendo un settimo ed un quinto posto, che secondo me sono molto positivi e danno fiducia a tutta la squadra. Da qui possiamo continuare a migliorare con tute le indicazioni che abbiamo raccolto e che penso ci saranno utili durante i prossimi test che svolgeremo il 5/6 aprile. Mi dispiace per Reiterberger che ha sofferto per la scelta della gomma posteriore, sia in gara 1 che in gara 2 ma sono sicuro che si rifarà presto. Continuiamo ad essere positivi e la squadra è molto motivata. Un fantastico terzo posto per De Rosa! Secondo me avrebbe potuto fare anche di più, ma la gara è stata condizionata dalla bandiera rossa e questo ha avuto un effetto sulla sua strategia di gara, con una corsa accorciata da 13 a 8 giri. Il suo terzo posto è molto positivo e , buono per il campionato. Ho visto un Raffaele molto motivato. Ringrazio tutto il team ed i tecnici BMW, soprattutto Bertie Hauser che è stato qui con noi questo weekend.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *