Montefiascone – Si amputa il braccio con il frullino

Il frullino, in una frazione di secondo, è stato devastante, finendo per tranciare di netto anche l’osso, tendini, nervi, arterie, vene. Il fatto è successo (a Montefiascone) tre settimane fa, di sabato mattina.

Solo adesso che il paziente, dimesso, sta bene, se ne può dare notizia, in quanto il buon esito dell’intervento è sicuro. A volte, a interventi tecnicamente riusciti, fanno seguito complicanze. Questo non è successo.

Ora l’uomo è in riabilitazione e il braccio è salvo. “Quando c’è una lesione vascolare, ogni minuto che passa – dichiara il dottor Massimiliano Gnoni che lo ha operato – l’arto perde di vitalità. Siamo riusciti a evitarlo, adesso, infatti, il paziente, che è stato ricoverato prima in chirurgia vascolare e poi in quella della mano, è stato dimesso. Gli abbiamo riattaccato il braccio, ma ci vorrà un po’ di tempo perché riprenda funzionalità e movimenti. Garantita la circolazione, poi viene tutto il resto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *