Terni, chiusura inceneritore. Forza Italia: “Sono anni che chiediamo maggiori controlli”

“Adesso la giunta comunale di Terni chiarisca che cosa è accaduto e dia garanzia sulla salubrità dell’aria per il futuro prossimo”

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Forza Italia: Di norma non si dovrebbe mai sostenere la tesi del “noi l’avevamo detto”. È un fatto di stile. Pur tuttavia stavolta Forza Italia Terni ha ben donde per derogare da tale prassi comunicativa. Il riferimento è alla decisione, presa poche ore fa dal sindaco di Terni, di spegnere l’Inceneritore Terni Biomassa per l’elevata concentrazione di diossina e furani, un livello tale da comportare un serio pericolo per la salute dei cittadini. Il provvedimento è scattato dopo l’allarme lanciato dall’Asl. Tutto bene quindi? Non proprio. Infatti, già in tempi non sospetti il movimento forzista, tramite i suoi esponenti locali di riferimento quali Raffaele Nevi, Sergio Bruschini e Francesco Maria Ferranti, aveva posto l’accento sulle dinamiche di funzionamento dell’inceneritore chiedendo maggiori controlli di natura tecnica e una più accorta gestione dell’impianto. I timori azzurri purtroppo si sono rivelati assai fondati. Ora pretendiamo dalla giunta un quadro davvero chiaro riguardo l’accaduto e garanzie esplicite in termini di salubrità dell’aria per il futuro prossimo.

Coordinamento Provinciale Forza Italia Terni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *