Calvi dell’Umbria: S. Maria Maddalena, il mistero della strage dei topi e dei gatti.

da tempo il mistero inquieta la piccola frazione calvese 

Una vicenda tragicomica? Non lo sappiamo, sta di fatto che dalle segnalazioni pervenute in redazione la cosa ha del misterioso e dell’inquietante.

Siamo sempre a Calvi dell’Umbria, precisamente nella frazione di Santa Maria Maddalena, una ventina di abitanti in tutto! Quindi non nella cittadina immaginaria dove fu girato il film Rambo.

Ma a quanto pare, per l’unica via presente a Santa Maria Maddalena si aggirerebbe notte tempo una sorta di Rambo che per fortuna non fa strage di uomini, ma di gatti e ratti. E come riferiscono i nostri informatori non si esclude che questo eroe provenga da fuori frazione, colpisce per poi mimetizzarsi come un vero marines.

Allora una cittadina esasperata dalla situazione ci ha chiamati segnalando e mostrandoci le foto di alcuni grossi sorci morti e sparsi lungo la strada, dicendo che aveva anche avvertito del fatto il solerte vicesindaco sig. Sandro Spaccasassi ma che nonostante le promesse di un sopralluogo non si è mai visto.

Ma non bisogna biasimarlo, perché il sig. Spaccasassi è impegnatissimo in cose più serie, come organizzare il corso di protezione civile che a suo dire ha raccolto quasi cento adesioni! Ma i bene informati si chiedono, dove sono a Calvi dell’Umbria cento persone abili a tale ruolo?

Comunque, il racconto della signora è stato confermato anche da un altro residente, un uomo di mezza età, una persona seria, che ogni tanto ci notizia di cose interessanti.

Insomma, si riuscirà a giungere alla risoluzione del caso? Si scoprirà chi è l’assassino seriale di gatti e ratti? E il comune che è guidato da un dottore veterinario che cosa pensa di fare a proposito di igiene pubblica?

Oppure bisogna rassegnarsi al fatto che si consumino crimini verso animali indifesi e che a proposito del responsabile, come disse il colonnello “Trautman” parlando di Rambo, sembra non si voglia accettare il fatto “di avere di fronte un esperto in tecniche di guerriglia, un uomo che è il migliore con i fucili, con i coltelli, a mani nude anche. Un uomo addestrato ad ignorare il dolore, ad ignorare il freddo, a vivere di quello che trova, a mangiare cose che farebbero vomitare una capra. In Vietnam il suo compito era di sbarazzarsi del nemico, di uccidere, punto e basta, di vincere aggredendo…beh, Rambo era il migliore”.?

In attesa di sviluppi salutiamo i nostri affezionatissimi lettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *