Terni, la vertenza ex Novelli arriva in Senato. Candiani: “Licenziamenti per ritorsione”

Il senatore Lega Nord Stefano Candiani ha letto in Senato il documento dei lavoratori a rischio

Il senatore della Lega Nord e segretario per la regione Umbria, Stefano Candiani, ha letto in Senato il documento integrale inviato dai lavoratori auto-organizzati della Ex-Novelli che avevano scioperato e ai quali sono state recapitate le notifiche della cassa integrazione per un anno che, di fatto, preludono al licenziamento. “La situazione che si è creata ha superato il limite – ha aggiunto Candiani intervenendo in Senato– Questo è quanto sta accadendo: licenziamenti per ritorsione. Questi sono i risultati di politiche sbagliate sul lavoro. Noi a queste cose ci opponiamo, facciamo nostro il documento dei lavoratori della Ex Novelli e saremo al fianco di questi lavoratori per difendere il loro diritto e quello degli altri operatori del gruppo Novelli che la proprietà in modo mafioso sta assolutamente discriminando e comprimendo per i propri interessi speculativi. Su questa vicenda siamo intenzionati ad andare fino in fondo e per questo siamo pronti a collaborare fattivamente con chiunque condivida questo obiettivo, a partire da chi tra le altre forze politiche non si rassegna e si oppone a un’Umbria depredata e svenduta”.

IL VIDEO DELL’INTERVENTO DEL LEGHISTA STEFANO CANDIANI IN SENATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *