Terni, appalto mense scolastiche: All Foods si fa in due

L’azienda ternana, gigante del settore, opera in diverse regioni italiane e ha deciso di partecipare al bando del Comune di Terni, presentando un’offerta tramite una sua società con sede in Piemonte, la “Eutourist New Srl” di Orbassano, in provincia di Torino. Hanno presentato un’offerta anche altre due società: la cooperativa “Gemos” di Faenza (Ravenna) e la “Ep” S.p.A. di Roma.

All Foods, al centro delle polemiche per l’indagine “Spada” e per due insetti trovati nei piatti di una mensa scolastica di Terni, nei giorni scorsi è stata oggetto di controlli del NAS, che hanno sottoposto a verifiche i laboratori della ditta. I Carabinieri del NAS avrebbero valutato positivamente le procedure e l’organizzazione di All Foods nella preparazione dei cibi

 

TERNI | (UmbriaON.it) – Orbassano (Torino), Faenza e Roma. In queste città hanno sede le tre ditte che si sono fatte avanti per il bando legato al servizio di refezione scolastica a Terni: l’apertura – la scadenza c’era stata giovedì alle 12 – è avvenuta venerdì mattina e ora seguirà il procedimento per la valutazione dei criteri e la successiva scelta. Il tutto avverrà non in tempi brevi.

 

IL CASO MENSE A TERNI

 

Le tre società sono la cooperativa Gemos di Faenza (Emilia Romagna), la Ep S.p.A. di Roma e la Eutourist New S.r.l. (riconducibile alla All Foods in questo caso) di Orbassano, in provincia di Torino. Il bando – sette anni – ha un valore di oltre 20 milioni.

 

Polemiche Il recente doppio episodio – ritrovamento insetti nei piatti – che ha coinvolto la scuola ‘De Filis’ aveva alzato il polverone – con tanto di replica tutt’altro che ‘leggera’ – intorno alla All Foods. La procedura di selezione era stata messa in standby a novembre dopo il blitz a palazzo Spada per l’inchiesta ‘Spada’: invio all’Anac del capitolato d’appalto – l’ente non ha risposto – da parte del sindaco Di Girolamo, proroga alla società ternana fino ad aprile e ‘sblocco’ a fine marzo. Nei giorni scorsi i Nas avrebbero ‘visitato’ la ditta ternana, dando un riscontro positivo e favorevole senza evidenziare alcuna problematica.

 

IL CAPITOLATO D’APPALTO

 

L’acquisizione Da cosa nasce il legame tra “All Foods” e la” Eutourist New” Srl? Semplice, la prima ha acquisto la seconda nel 2015: ‘Il gruppo All Foods – si legge in ‘Donnamica aprile’ – cresce e rafforza anche la componente femminile con l’acquisizione dell’azienda Eutourist New S.r.l. Il gruppo passa da 1000 a 1700 dipendenti, di cui oltre l’80% sono donne’. All’epoca Massimo Piacenti, ad di All Foods, commentò sottolineando come «numerose aziende del Piemonte attuano politiche family friendly e questo rappresenta senza dubbio uno stimolo a fare sempre più e sempre meglio in questa direzione».

 

POLEMICHE E DUBBI: «TEMIAMO IL DOLO»

 

La Gemos e l’Umbria La ditta di Faenza produce fuori regione – a specificarlo è la stessa società in una nota di marzo – circa due milioni di pasti all’anno, in particolar modo in Toscana, Umbria e Marche. Dal 2009 la società gestisce la refezione scolastica dei comuni di Assisi, Passignano sul Trasimeno e Cannara.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *