Una passeggiata nella natura con i nostri fedeli amici

Oggi viviamo travolti dal progresso e corriamo dietro a mete che ci allontanano sempre più da vecchi valori umani e dal gusto di assaporare la natura con tutte le sue meraviglie.

 

A volte basta poco per vivere momenti di felicità, ritrovando l’importanza di lasciare il quotidiano e immergersi nelle meraviglie della natura.

 

Oggi grazie a Musi Sereni e Walk in Tuscia (Camminintuscia) è stata trascorsa una giornata a sostegno di chi ama gli animali e con chi ama la natura, in pratica “4 Passi a 6 Zampe”

 

La presidente di Musi Sereni, Roberta Filoscia, prima di dare inizio a questo itinerario veramente incantevole, ha voluto lasciare un messaggio per chiunque abbia la circostanza di ritrovare un cane abbandonato, raccomandandosi di non contattare i vigili urbani, canili o qualsiasi forza dell’ordine, in quanto potrebbe iniziare un calvario senza fine sia per il cucciolo che per il padrone.

 

Sarebbe anche opportuno incentivare la sterilizzazione In quanto sembrerebbe che il testo annunciato dal ministro Galletti non si limiterebbe a pianificare l’abbattimento di lupi e ibridi: alcune indicazioni ricondurrebbero all’eutanasia dei randagi dopo un periodo di custodia nei canili, nonché all’abbattimento diretto dei cani vaganti.

Per questo si consiglia di contattare le associazioni di volontariato che, tramite il Microchip sono in grado di risalire ai proprietari e risolvere il problema senza speculazioni dei canili privati.

Poi Nino Morabito ha inoltrato i partecipanti nel Bosco Sacro di Bomarzo facendogli visitare le Cascate del Torrente, il Castello e la Necropoli di Santa Cecilia immortalando con attenzione ogni attimo di felicità con la sua macchina fotografica lasciando a tutti un ricordo nella pagina facebook Camminintuscia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *