Comune di Terni: incarico a tempo per abbinare le elezioni per il Parlamento con quelle comunali?

L’ASSESSORE BUCARI SI E’ DIMESSO, OTTONE (ASM) IN SCADENZA – Giunta comunale da rinfoltire. Carlo Ottone, presidente ASM, è in scadenza di mandato e l’assessore al bilancio Piacenti D’Ubaldi sarebbe destinato a succedergli.

CAVICCHIOLI CANDIDATO AL PARLAMENTO? – Il capogruppo PD al Comune di Terni, Andrea Cavicchioli, viene indicato come possibile candidato alle prossime elezioni politiche.

 

TERNI  | (UmbriaDomani.it) – Il sindaco Di Girolamo andrà avanti. E’ questo quanto comunicato dal primo cittadino ai consiglieri comunali prima del consiglio in cui erano attese le sue comunicazioni. Il sindaco, come ha ribadito poi al consiglio comunale, rimarrà in carica fino al riequilibrio per un “preciso atto di responsabilità e non per un attaccamento alla poltrona”.

 

Il sindaco, ha detto di ritenere “doveroso riferire in consiglio come ho sempre fatto perché quando si rappresentano le istituzioni occorre rispettare i luoghi deputati al confronto democratico. Per questo – ha aggiunto – non ho ritenuto di utilizzare altri strumenti di comunicazione che se hanno il pregio dell’immediatezza rischiano di far perdere valore alle istituzioni”.

 

Il sindaco dopo aver ricostruito le vicende giudiziarie, quelle amministrative e politiche ha confermato la volontà “se ce ne saranno le condizioni politiche di andare avanti” alla guida del governo cittadino fino alla fine dell’iter del piano di riequilibrio che il sindaco stesso ha auspicato positiva, per poi utilizzare la procedura prevista dall’articolo 53 comma 3 del Tuel, coinvolgendo anche in questo caso il consiglio comunale. In questo stesso periodo – ha detto Di Girolamo – l’amministrazione continuerà a seguire tutti gli interventi e le questioni più rilevanti in corso d’opera. Il sindaco ha anche riferito di aver preso atto delle le dimissioni dell’assessore Bucari che ha ringraziato “per il lavoro proficuo svolto in questi anni”.
“Mantengo intatta la mia piena fiducia nella giustizia – ha concluso –  e sono convinto di poter dimostrare a mia completa estraneità ai fatti che mi sono stati addebitati”.
Il sindaco di certo sarà chiamato al rimpasto dopo le dimissioni dell’assessore Bucari. A margine della seduta le proteste dei lavoratori ex Novelli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *