Civitavecchia – Un anno di silenzi e ora Cozzolino scarica tutto su un dirigente (scrive Angeloni)

I super rimborsi al manager HCS erano stati autorizzati dal sindaco senza passare per l’assemblea. Una fonte interna rivela

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato inviatoci da Fabio Angeloni – Fonte interna all’Amministrazione, di solito ben informata, rivela che Cozzolino chiese subito al dirigente Rapalli di indagare sui rimborsi del super manager di HCS Micchi. 

La fonte conferma che di fronte all’inchiesta i dei Carabinieri il sindaco ha scaricato tutta la responsabilità sul dirigente Rapalli sebbene si stato proprio Cozzolino ad autorizzare i rimborsi con una nota mai approvata dall’assemblea e più volte segnalata dai Revisori.

Si parla di circa 200 mila euro che si sarebbero aggiunti ai 150 mila l’anno del super stipendio ufficiale.
Alla domanda “Rapalli che ha fatto tutto questo tempo” la fonte ha risposto laconicamente: “Ci sta lavorando coi tempi di tutte le altre cose, coi tempi della pubblica amministrazione”.

Nel 2016 era stata la segretaria generale Cordella, responsabile della legalità, a segnalare l’anomalia.   Trascorso un anno non solo non è stato avviato nessun recupero, ma i rimborsi sono proseguiti senza nessuna interruzione. Qualsiasi Amministrazione li avrebbe sospesi in autotutela.

Di seguito quanto rivelato dalla fonte anonima da me  ingaggiata su un social.

FA: Quale seguito ha dato il sindaco o la sua amministrazione alla segnalazione della Cordella per il recupero delle somme non dovute? Perché non siamo né io né tu a decidere se sono dovute o meno…ma il segretario generale garante della legalità. Hai un minuto di tempo…

CR: Cretinate senza fondamento né documenti a supporto. Te li ho già postati i compensi

FA: …mancano 15 sec

CR: E si risparmia! E anche parecchio

FA: Aspetto la risposta alla domanda

CR: Il Sindaco ha fatto il suo dovere ha segnalato al dirigente finanziario. Non è che lavora a Equitalia, fa il Sindaco, il suo compito in questa vicenda lo ha assolto. Se non l’ha fatto denuncialo

FA: Cioé ha segnalato alla TUORO?

CR: La Tuoro è un dirigente?

FA: A no, e allora a Rapalli?

CR: E’ il suo compito

FA: E che cavolo difendi Micchi allora…

CR: Difendo da cosa? Una volta che Rapalli ha capito se e quanto ha preso in più HCS DEVE provvedere a recuperare le somme

FA: Fammi capire bene…

CR: Mica è facile

FA: Lo so, lo so…La Cordella contesta i rimborsi in base ad una nota firmata dal sindaco e mai approvata dall’ assemblea dei soci… che poi il socio è uno, ma vabbè…ci sono i Revisori

CR: Se poi HCS non recupera le somme si configura un danno ai creditori essendo HCS in fallimento e ne risponderà DI PERSONA Micchi.

FA: Piano, vai piano, che quando parli sei un amore

CR: Detto questo, il Sindaco e la parte politica TUTTA hanno assolto il loro compito

FA: Allora Rapalli che è il controllo analogo che ha fatto?

CR: Ci sta lavorando coi tempi di tutte le altre cose, coi tempi della pubblica amministrazione (è passato un anno n.d.r)

FA: E che ha fatto il Sindaco, ha scritto..?

CR: In pratica ha dato incarico a Rapalli di capire SE e QUANTO EVENTUALMENTE è stato erogato in eccesso. Il fatto è questo.

FA: Si ma le note spese le aveva autorizzare lui senza passare per l’Assemblea… Ora, qual è la posizione ufficiale visto che tu sei…anonimo

CR: C’è stato un diverso parere della Cordella è giusto capire se è un parere corretto. Chi ce lo dice se è un parere corretto? Rapalli. La posizione ufficiale è: dare incarico a Rapalli di capire SE e QUANTO EVENTUALMENTE è stato erogato in eccesso, chiedere ad HCS il recupero delle somme EVENTUALMENTE pagate in eccesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *