Incidente sulla Orte-Civitavecchia, muore bimbo di 10 anni

Tragico schianto all’altezza dell’uscita per la provinciale Tuscanese. I testimoni: “Abbiamo chiamato il 118 ma nessuno di ha risposto”

VITERBO – Lo schianto camper-camion sulla superstrada è stato terribile e non ce l’ha fatta il bambino di dieci anni che si trovava a bordo del mezzo turistico. In prognosi riservata la madre.


Le condizioni del piccolo, trasferito a Belcolle in eliambulanza, erano sono apparse subito gravissime ai soccorritori. I sanitari avrebbero fatto di tutto per rianimarlo, ma ogni tentativo sarebbe stato inutile. Su questo punto è terribile la testimonianza di Gaetano Cici tra i primi a prestare soccorso.

“Abbiamo visto il camper praticamente esplodere. Ci siamo subito fermati per dare soccorso. Ho visto il bambino incastrato alle gambe e la mamma, anch’essa incastrata all’altezza della schiena. Inutili i tentativi di chiamare il 118. Alla fine sono stati i vigili del fuoco a rispondere e giungere prontamente sul posto. Con una ragazza abbiamo cercato di tenere vigile il ragazzino che era visibilmente sofferente e parlava. Sembrava ancora vigile. Poi la puzza di gas mi ha spinto a cercare la bombola che ho trovato e messo in sicurezza. Sono arrivati i vigili del fuoco e siamo stati costretti, giustamente, a lasciare che facessero loro il resto. Leggere della morte di questo bambino mi fa rabbia. Tanta rabbia. Il 118 ci deve spiegare perché non ha risposto al telefono. Non sappiamo se il bambino poteva salvarsi o meno ma i soccorsi, quelli sanitari, potevano arrivare decisamente prima. Vergogna!”

Versa in condizioni gravissime la madre 49enne, che sarebbe giunta in ospedale in ambulanza priva di conoscenza. Non avrebbe riportato lesioni il padre, cinquantenne di origini pugliesi, mentre è rimasto ferito il conducente del mezzo pesante, un 63enne di Bagnoregio.

La famiglia a bordo del camper proveniva dalla provincia di Reggio Emilia.

L’incidente è avvenuto tra le uscite per Viterbo Centro-Tuscanese e Viterbo Nord attorno alle 10,45.

L’arteria è stata immediatamente chiusa al traffico per consentire l’intervento dei soccorritori, con uscita obbligatoria per gli automobilisti provenienti da Vetralla, in direzione Viterbo Centro-Tuscanese.

Secondo i primi accertamenti il camper sarebbe stato fermo per un’avaria sul lato della strada quando è stato investito dall’autocarro, che trasportava mangimi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *