Civitavecchia – Sei liste a sostegno di Pietro Tidei

L’ex deputato ufficialmente in corsa per la poltrona da sindaco del centrosinistra

SANTA MARINELLA – In una sala affollata di simpatizzanti e di aderenti alla coalizione di centro sinistra, l’ex deputato Pietro Tidei ha annunciato ufficialmente di candidarsi alle elezioni amministrative del maggio prossimo. L’ex sindaco di Civitavecchia ha ringraziato ufficialmente le sei liste che lo appoggeranno alla corsa verso lo scranno più alto del municipio, promettendo che farà di tutto per riportare Santa Marinella alla normalità “dopo il disastro che ha causato l’ultima amministrazione del sindaco Bacheca – ha esordito Tidei – l’ex giunta ha accumulato 20 milioni di debiti, oltre sei milioni di anticipazione di cassa e altri quattro milioni di fatture non pagate.

Sono onorato però che ben sei liste mi abbiano chiesto di candidarmi, e davanti a questa grande dimostrazione di fiducia da parte di tanta gente, non ho potuto dire di no”.

Ad appoggiare l’ex deputato dem, saranno le liste “Amici dello Sport”, “Partito Socialista Italiano”, “Santa Marinella C’è”, “Sviluppo e Occupazione” e “Partito Democratico”, mentre sembra prossima l’adesione da parte del movimento civico “Bene Comune” di Renzo Barbazza, oltre che di esponenti politici come Giancarlo Ricci di “Articolo1”, di Enrico Biancucci di “Progetto Lavoro” e di Andrea Bianchi.

«Il grande problema che sorgerà qualora dovessimo vincere le elezioni – prosegue il candidato sindaco – sarà quello di trovare i fondi per mandare avanti la macchina amministrativa. Ricordo che sono già stati chiesti ben sei milioni di anticipazione di cassa da parte del commissario prefettizio e sono certo che a maggio non ci saranno i soldi neppure per pagare gli stipendi. Penso che a quel punto dovrebbe essere chiesto il dissesto finanziario.

La responsabilità di tutto ciò va addebitata all’amministrazione uscente che ha letteralmente sperperato i soldi, ben tre milioni tra consulenze e incarichi per opere pubbliche mai fatte. Ma che fine hanno fatto questi soldi? – si domanda Tidei – questo è un Comune distrutto sotto l’aspetto strutturale, il Palazzetto dello Sport è inagibile, il campo di calcio che era il vanto di questa città è distrutto, la piscina comunale costata un milione e 200 mila euro chiusa.

Per non parlare poi delle scuole, delle strade e di via Delle Colonie diventata come la Salerno-Reggio Calabria.

Dobbiamo ridare a questa città un futuro e una speranza.

Non posso parlare oggi di programmi perché prima vanno condivisi con i cittadini e con le liste che mi appoggiano. Noi andremo quartiere per quartiere, casa per casa per chiedere ai residenti cosa serve a questa città. La precedente amministrazione non ha mai chiesto una lira di fondi all’Europa, noi invece lo faremo come coinvolgeremo la Regione nel nostro progetto di risanamento qualora dovesse vincere Zingaretti e mia figlia”.

“Dopo le regionali – conclude Pietro Tidei – faremo una grande assemblea di presentazione della coalizione. Abbiamo tutti gli strumenti per non far votare più questi cialtroni che hanno distrutto S. Marinella».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *