Travaglio condannato per diffamazione a seguito di un articolo, 150 mila euro il risarcimetno

L’articolo parlava dei tre magistrati siciliani Mario Fontana, Wilma Mazzara, Annalisa Tesoriere e del processo Provenzano

Roma- Marco Travaglio, giornalista e direttore del Fatto Quotidiano è stato condannato dal Tribunale di Roma per diffamazione di tre magistrati siciliani Mario FontanaWilma Mazzara e Annalisa Tesoriere per un articolo del 16 ottobre 2016 sull’assoluzione degli imputati del processo sulla latitanza e sulla mancata cattura di Provenzano. Lo rende noto il legale dei magistrati, Carlo Arnulfo.

L’estratto incriminato dell’articolo: ”Ora abbiamo anche la ‘cluster sentenza’ che non si limita a incenerire le accuse del processo in cui è stata emessa ma, già che c’è, si porta avanti e fulmina anche altri processi, possibilmente scomodi per il potere”.

Il riferimento di Marco Manettaera al processo sulla presunta trattativa ‘Stato-mafia‘, ancora in corso a Palermo e che, a suo parere, sarebbe stato condizionato da quella sentenza.

Il Tribunale ha disposto una provvisionale di 150mila euro. I magistrati formavano il collegio che giudicò gli ex ufficiali dei Cc Mori e Obinu, accusati di favoreggiamento al super-boss.

 

One Reply to “Travaglio condannato per diffamazione a seguito di un articolo, 150 mila euro il risarcimetno”

  1. era assolutamente chiaro che questi signori (i magistrati)Sono intoccabili
    e questa ne e` un ulteriore prova delle loro immonde porcate.si riafferma cio che
    luigi einaudi affermava in un celebre frase:una tacita consorteria massonica camorristica che se non fosse tragica sarebbe comica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.