Apre il nuovo terminal crociere ‘Amerigo Vespucci’ del porto di Civitavecchia: “Da guinness dei primati”

ROMA – Da novembre 2016 a maggio 2018. Sedici mesi di lavori conclusi con l’inaugurazione di fronte ad autorità, istituzioni locali, società investitrici e dipendenti. Apre ufficialmente il nuovo terminal crociere ‘Amerigo Vespucci’ del porto di Civitavecchia, che accoglierà turisti e passeggeri in transito nello scalo aumentando il livello qualitativo offerto lungo banchine e infrastrutture.L’opera, i cui lavori di costruzione sono iniziati il 24 novembre 2016 alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, è una struttura di 11mila mq attrezzati con 60 postazioni per il check-in, che possono essere raddoppiate nei periodi di maggior flusso turistico, ampi spazi per i passeggeri, bar, sale d’attesa con grandi vetrate e luce a giorno, una terrazza affacciata sulle navi e sul mare, una lounge vip, una sala bagagli di 4.200 mq.

Secondo le stime, il nuovo terminal sarà in grado di movimentare flussi fino a 5mila passeggeri e 9mila bagagli al giorno. L’opera, realizzata con il lavoro di 50 ditte italiane di cui 20 di Civitavecchia, ha avuto un costo totale di circa 20 milioni di euro ed è stata finanziata totalmente con i capitali investiti dai soci di Rome Cruise Terminal: Costa Crociere, Msc, Royal Caribbean. A progettare l’infrastruttura è stato lo studio Vicini, lo stesso dei porti di Barcellona e Savona.

ZINGARETTI: TERMINAL DA GUINNESS PRIMATI

Il nuovo Terminal crociere ‘Amerigo Vespucci’ del porto di Civitavecchia “forse può entrare nel guinnes dei primati per la velocità di realizzazione: quando mi è stato presentato il progetto dall’allora presidente dell’Autorità portuale, Pasqualino Monti, ho pensato che lo avrei visto realizzato da nonno. Invece siamo qui oggi, dopo 16 mesi dall’avvio dei lavori”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, in occasione della cerimonia di inaugurazione.

“E’ una struttura di straordinaria bellezza in cui vincono il mare, la natura e la luce. E’ un luogo molto segnato dal made in Italy nei manufatti e nelle aziende che sono state impegnate: questo rende il porto una struttura moderna e incredibile, grazie anche una costruzione realizzata con una grande velocità: un grande segnale di ottimismo in questi giorni un po’ complicati per l’Italia”.

“Un’opera di fondamentale importanza non solo per l’Italia ma per tutta l’Europa. Complimenti a chi ha investito- ha aggiunto- perché questa volontà di investire ci da’ coraggio, ci stimola e ci chiama ancora di più alle nostre responsabilità e a rafforzare la collaborazione tra le istituzioni. Complimenti per il grande gioco di squadra”. Infine, “complimenti a chi ha pensato e progettato questo luogo: è una struttura moderna ma si inserisce perfettamente nel paesaggio tra il mare e la campagna”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *