Offerte telefonia e ADSL, su comparasemplice.it tutte le tariffe

ROMA – Negli ultimi tempo gli utenti di servizi telefonici domestici e Adsl (linea asimmetrica di sottoscrizione digitale) per l’accesso ad Internet hanno subito dei rincari a causa della fatturazione ogni 4 settimane.

Arco temporale che fortunatamente verrà riportato a 30 giorni grazie all’intervento del legislatore che con la Legge 172/2017 del 4 dicembre ha imposto agli operatori di fatturare con l’originaria cadenza di 30 giorni (o multipli), fatte salve le promozioni temporanee.

In seguito i principali operatori telefonici come Tim, Vodafone, Wind-Tre e Fastweb hanno annunciato un aumento di tariffe dell’8,6% con un calo però sulle tariffe minime per abbonamenti a telefono fisso e Adsl, aumento subito bloccato dall’Antitrust (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato).

Sembrerebbe allora che detti operatori abbiano formato una sorta di cartello concretizzando di fatto la possibilità di produrre tariffe molto simili con un grave danno alla concorrenza.
Evitare però gli aumenti è possibile, dando sempre uno sguardo alle offerte di telefonia e ADSL presenti sul mercato e cambiando spesso operatore.

Al momento da un’analisi effettuata su www.comparasemplice.it, risulta WindHome Infostrada Adsl l’offerta telefonia ADSL più conveniente, considerando anche il fatto che, oltre all’aumento dell’8,6% delle tariffe è aumentato anche il bundle (cioè le soglie di traffico a disposizione).
Il mercato quindi sembrerebbe premiare gli utenti più attenti, quelli che ricercano le offerte migliori nei periodi migliori (come l’autunno) e che sono disposti ad un cambiamento in favore del risparmio.

Sempre meglio però mantenere la guardia alzata perché i rincari sono sempre dietro l’angolo. Nonostante infatti per volere dell’Antitrust sia stata abbandonata l’idea dell’aumento dell’8,6% delle tariffe, molte compagnie hanno applicato costi di attivazione delle offerte.

Come scegliere l’offerta di telefonia e ADSL più adatta alle proprie esigenze?

Certamente tenendo a mente alcuni fattori prima di valutare le proposte presenti sul mercato: chiedersi a cosa serve la connessione, se per un semplice utilizzo dati oppure per ricevere ed effettuare chiamate da linea fissa tariffa flat o a consumo?

Dipende dall’utilizzo che se ne fa. Se usati in maniera limitata, conviene sottoscrivere un’offerta a consumo con pagamento proporzionato al tempo di uso dell’Adsl. Se invece si passa molto tempo al telefono e/o su Internet, è preferibile un’offerta flat con costo fisso e un accesso senza limiti.

Velocità di connessione e la copertura, la sezione dedicata di ComparaSemplice.it permette di eseguire uno speed test per verificare che il servizio erogato sia quello dichiarato dall’operatore che fornisce la linea Internet. Generalmente le compagnie offrono una velocità compresa tra i 7 e i 20 Mega, anche se il recente ampliamento della fibra ottica permette una velocità più alta. Tutto dipende dall’utilizzo che se ne fa. Se si naviga mandando e-mail o guardando video su YouTube è sufficiente una connessione fino a 7Mega. In caso contrario, e cioè se si utilizza lo streaming o si ha un alto tasso di dati in download ed upload, è conveniente una velocità superiore ai 7Mega.

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Se la nostra connessione sembra troppo lenta è sempre bene verificarne la velocità attraverso uno speed test tenendo sempre a mente che è il valore del ping (software che misura il tempo che impiega un pacchetto dati a viaggiare da un computer all’altro) a dirci se la connessione è erogata con la velocità dichiarata dall’operatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *