Catini: “Chiara Bordi porta il nome di Tarquinia fino a Miss Italia”

La 17enne con una gamba amputata sfilerà a Salsomaggiore. L’assessore: «Un grande esempio per i giovani» 

TARQUINIA – “È un grande orgoglio per tutta l’amministrazione e per tutta la città di Tarquinia apprendere che Chiara Bordi è stata inserita nelle selezioni per il concorso che decreterà la nuova Miss Italia”. Manuel Catini, assessore ai Servizi sociali e Politiche giovanili commenta la notizia pubblicata su Leggo che la giovane tarquiniese, 17enne, con una protesi ad una gamba, a seguito di un incidente avuto all’età di 14 anni, sfilerà per Miss Italia. 

“Ha suonato il campanello di Miss Italia in sneakers, shorts, top nero e una protesi alla gamba sinistra  – scrive Leggo – che tiene in piedi tutta la bellezza di un corpo ferito ma forte. Per Chiara Bordi, 17enne di Tarquinia, sul litorale nord del Lazio, le porte della 79esima edizione dello storico concorso si sono spalancate subito. A dire sì alla sua richiesta di partecipazione è stata Patrizia Mirigliani, la patron, acconsentendo alla giovane prossima ai 18 anni (il primo settembre), di gareggiare, nonostante l’amputazione”.

“Chiara è un esempio positivo per tutti i giovani: – afferma Manuel Catini –  la sua tenacia, la sua voglia di ripartire più forte di prima, la sua volontà di mettersi costantemente in gioco anche con sfide che possono sembrare insormontabili devono essere prese come punto di riferimento per tutti ma in particolar modo per tutti i giovani. Nulla è impossibile, basta lavorare sodo senza abbattersi alla prima difficoltà. Questo messaggio che Chiara ci sta trasmettendo deve rimanere scolpito nelle nostre menti. Sarò il suo primo tifoso e le mando, a nome anche di tutta l’amministrazione un grandissimo in bocca al lupo per questa sua nuova avvincente sfida”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *