Air Show e Frecce Tricolori, sul lago di Bolsena sarà grande spettacolo

L’organizzazione consiglia di utilizzare i parcheggi nelle vicinanze di Marta

MONTEFIASCONE- Oggi alla presenza delle massime autorità cittadine e militari si è aperto ufficialmente l’Air show lago di Bolsena. La giornata è iniziata sul lungolago, con l’inaugurazione del monumento dedicato ai quattro aviatori montefiasconesi prematuramente scomparsi: il colonnello Paolo Scoponi (designato a diventare comandante delle Frecce Tricolori) pilota militare e collaudatore sperimentatore, in servizio proprio nel gruppo di Addestramento Acrobatico dell’aeronautica militare, deceduto nel 1988 durante un normale volo di addestramento a Rivolto (Ud), il capitano Piero Giraldo, navigatore militare dell’Aeronautica, morto cinque anni dopo in un incidente di volo con un Tornado a Garessio (CN), Gino Bartoli pilota appartenente alla regia aeronautica e poi all’aeronautica militare, deceduto a Roma nel 1954 per una malattia contratta in guerra e Paolo Lozzi, in forza all’Aves e deceduto in un incidente di volo a Tuscania il 23 gennaio 2014.

Il sindaco di Montefiascone Massimo Paolini, il prefetto Giovanni Bruno e il generale dell’aereonautica militare Giorgio Baldacci in rappresentanza del Capo di stato maggiore hanno proceduto a deporre una corona in onore ai caduti.

Accompagnati dalle parole di monsignor Fabene: “Con il loro entusiasmo giovanile, il loro impegno e la loro professionalità, ma soprattutto con il dono della vita hanno contribuito al bene comune e servito la Patria. Siano di esempio a tanti giovani per la disciplina e l’amore con cui hanno svolto il loro servizio”. E’ stata poi la volta delle tanto attese acrobazie aeree, l’ Aves si è esibita con un CH- 47 F anche chiamato Chinookin che ha fatto la sua dimostrazione in modalità antincendio boschivo, con un serbatoio cilindrico che permette di trasportare 5000 litri di acqua prelevati dal mare e rilasciati poi nelle zone interessate. Subito dopo è toccato al Corby Starlet pilotato da Giuliano Ignoto, con il suo velivolo “autocostruito” che da qualche anno ha coronato il sogno di partecipare all’Air Show con le sue piroette aeree. E ancora, Blu Circe, Elitaliana, e il tre volte campione italiano di acrobazia aerea Simone Crisarà, con un Extra 300 S, unico esemplare in Italia, velivolo dalle caratteristiche estreme che ha dato vita a numerose configurazioni , dando l’effetto, grazie alla forza giroscopica dell’elica, che l’aereoplano smettesse di volare e rimanesse preda di forze incontrollabili. Per finire sono arrivate loro, l’orgoglio nazionale, le Frecce Tricolori, il 313° Gruppo di addestramento acrobatico dell’Aeronautica militare, che con i loro nove MB-339, più un solista hanno dato vita ad uno spettacolo mozzaziato tra “Alone” e “incroci del cuore”, per concludere con il tricolore più lungo del mondo sulle note di Pavarotti.

Per domani si prevede una grande affluenza di pubblico, non sarà possibile accedere con alcun mezzo lungo tutto il tratto del lungolago da Montefiascone a Marta. Dai parcheggi sarà disponibile un servizio navetta gratuito fino all’area dello spettacolo. L’organizzazione consiglia di usufruire delle seguenti zone parcheggio:

Parcheggio N.2 S.P. Verentana Loc. Fondaccio (Adiacente Caseificio Di Biagio Formaggi)

Parcheggio N.3 Strada delle Madonne – Marta (VT)

Per tutte le informazioni è disponibile il sito www.airshowlagobolsena.it

I 13 assetti di volo si potranno vedere:

Eli-SAR passaggio Bandiera e Inno Nazionale

– Eli-SAR Demo recupero naufrago

– VV.FF. CL-415 – Scoop

– Corbi Starlet- G.Ignoto- Acro

– Extra 300 – S.Crisarà – Acro

– Cap-10 – P.Zito – Acro

– Pitts – C.Mariani – Acro

– Elitaliana – Demo eli

– Cessna-320 – P. Gatto- passaggi

– 3 Seamax ULM Idro- passaggi

– 4 ULM – Blu circe – Voltige

– 2 EFA-Grosseto – passaggi

– PAN Pattuglia Acrobatica Nazionale, esibizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *