Ritrovata la mamma civitavecchiese scomparsa di Selvaggia Lucarelli

L’anziana donna si trovava all’ospedale di Vasto in attesa di una risonanza magnetica

Era scomparsa ieri pomeriggio dall’Ospedale di Vasto, al quale si era rivolta per un dolore al gomito: “L’hanno fasciata e lasciata in una stanza per fare una risonanza – afferma Selvaggia Selvaggia sui social- Mio padre si è allontanato. Mia mamma non ha mai fatto quella risonanza e da quel momento è sparita. Soffre di Alzheimer, non si era mai persa”.

E così il tam tam mediatico ha superato i confini dell’Abruzzo con oltre 26mila condivisioni in rete. Cominciano ad arrivare segnalazioni, le telecamere fuori il nosocomio riprendono l’ anziana signora uscire dall’ospedale alle 14,10, dopo un’ora la donna viene vista a due km, poi il nulla.

Alla Lucarelli che si trova all’estero, sale (giustamente) la disperazione, “la si cerchi in fretta perché è notte, ha 75 anni e sarà spaventata”.

Polizia, carabinieri, vigili del fuoco, protezione civile e anche privati cittadini, si sono mobilitati per cercarla. Finalmente un sospiro di sollievo pochi minuti fa, la donna è stata ritrovata e ad annunciarlo la stessa Lucarelli: “Mia madre è stata ritrovata ora dall’elicottero dei vigili del fuoco, era nei pressi di Monteodorisio camminando nelle campagne. Sta bene. Grazie a tutti. In modo particolare ringrazio i sindaci di Vasto e Cupello, la polizia, il maggiore Consales dei carabinieri (e i carabinieri tutti), le squadre della protezione civile, i volontari delle squadre cinofile, l’assessore Silvio Paolucci e soprattutto i vigli del fuoco credo del comando provinciale di Chieti che l’hanno trovata. Dimentico senz’altro qualcuno, mi scuso, ma è stata una lunga notte”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *