Civitavecchia – Csp, sui tavoli separati l’Ugl promette ancora battaglia

La referente Attig: “Violazione che lede i diritti dei lavoratori e dei sindacati”

CIVITAVECCHIA – «Sono più importanti i diritti dei lavoratori o i tavoli separati?». Se lo domanda la responsabile di Civitavecchia dell’Usb Fabiana Attig, dopo la convocazione di tavoli separati di lavoro per i sindacati da parte della Csp. Un allarme lanciato già nei giorni scorsi dalla segreteria provinciale della Fiadel. Per l’Usb si tratta di un comportamento che va ad indebolire il peso dei lavoratori.

I problemi sono nati quando Cgil, Cisl e Uil hanno chiesto riunioni separate. Per Attig «tale connivente comportamento della Csp è una violazione che lede non soltanto i lavoratori ma anche le sigle estromesse in termini di parità di trattamento dei sindacati». Dura la sindacalista che ricorda come siano stati concessi incontri prioritari ad organizzazioni sindacali che pur non rappresentano la maggioranza dei lavoratori «a discapito di quelle escluse che sono maggioritarie. Chiederemo – conclude – un incontro con la Fiadel e all’Usb per verificare le condizioni di un’azione congiunta verso la Csp». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *