Polfer – Tre arresti e diciassette denunce in una settimana

L’ operazione si inserisce nel controllo del “territorio ferroviario”

 

Roma – 3 persone arrestate; 17 persone denunciate in stato di libertà; 3.773 persone identificate; 93 pattuglie impiegate a bordo treno; 461 pattuglie impiegate in stazione; 203 treni scortati; sono state elevate 21 contravvenzioni di cui 12 al regolamento di Polizia Ferroviaria. Inoltre sono stati emessi 8 ordini di allontanamento dallo scalo di Roma Termini in osservanza delle disposizioni in materia di “sicurezza nelle città”.
Questo è il bilancio dell’attività messa in campo dal personale della Specialità della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nel corso della settimana scorsa, per il controllo del “territorio ferroviario” della Regione.
In particolare, nella giornata del 24 settembre, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, all’interno della Stazione di Roma Termini, ha arrestato un cittadino cubano resosi responsabile del furto di numerosi capi di abbigliamento da un esercizio commerciale presente nello scalo ferroviario.
Lo straniero è stato osservato mentre usciva frettolosamente dall’esercizio commerciale e si è allontanato con un grande busta. I poliziotti, insospettiti da tale comportamento hanno proceduto al controllo dell’uomo, rinvenendo all’interno della busta numerose maglie con la placca antitaccheggio ancora attaccata.
Immediati accertamenti presso l’esercizio commerciale hanno permesso di appurare il furto, pertanto lo straniero è stato arrestato.
Il 25 settembre, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale, in via Marsala, ha proceduto all’arresto di un cittadino algerino, responsabile del reato di tentato furto aggravato, commesso con destrezza e su cose esposte alla pubblica fede.
Nello specifico, i poliziotti hanno notato un soggetto che aveva rivolto la propria attenzione verso un’autovettura in sosta la cui conducente era al di fuori del veicolo intenta a telefonare. Lo stesso, approfittando della distrazione della parte lesa, dopo aver aperto lo sportello posteriore lato guida, si è introdotto all’interno dell’abitacolo tentando di prelevare una borsa appoggiata sui sedili posteriori.
La proprietaria, che nel contempo aveva concluso la telefonata, avvedutasi dell’uomo all’interno della propria autovettura, ha iniziato ad urlare richiamando l’attenzione dei poliziotti, circostanza che ha fatto desistere il soggetto che, abbandonata la borsa all’interno della macchina, ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato immediatamente dai poliziotti ed arrestato.
Nella mattinata del 28 settembre, inoltre, personale appartenente al Settore Operativo di Roma Termini, di pattuglia nello scalo ferroviario, ha rintracciato, a seguito di un controllo di polizia un ragazzo trentaduenne, che pochi giorni prima si era allontanato da casa, per problemi familiari.
La scomparsa era stata denunciata dalla madre, temendo un gesto inconsulto dello stesso.
Nella serata il ragazzo si è ricongiunto ai propri familiari, invitati negli Uffici di Roma Termini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *