Viterbo – Pd e Giovani democratici ricordano Luigi Petroselli

Il 7 ottobre al cimitero San Lazzaro si celebrerà la figura dell’ex sindaco di Roma 

Viterbo – Luigi Petroselli è stato Sindaco di Roma per due anni. Soltanto due anni. Eppure ancora oggi è ricordato come il Sindaco più popolare e più amato della capitale d’Italia. Ha lasciato un segno indelebile. Così come lo ha lasciato a Viterbo e nella provincia dove, Petroselli, ha le sue radici e dove ha iniziato la sua militanza politica, ricoprendo per molti anni ruoli di responsabilità nel partito e nelle istituzioni locali.

Il segno della sua personalità, sincera e profonda, della sua dedizione alla politica e alle persone, il suo pragmatismo e la sua straordinaria umanità sono stati un esempio e hanno inciso molto nella formazione di decine e decine di amministratori che nel tempo hanno avuto grande responsabilità nelle istituzioni.

È importante ricordarlo non solo come omaggio alla memoria, ma anche per la volontà di non smarrire mai quell’idea di impegno pubblico che vive e si alimenta della partecipazione popolare, che incontra i bisogni reali e costruisce le risposte necessarie; quella politica capace di includere e di unire proprio perché affronta a viso aperto i problemi reali della società collocandoli in un prospettiva generale di cambiamento.

Il Partito Democratico è nato dal contributo di diverse storie e culture politiche e raccoglie in sé tante esperienze democratiche. L’esperienza di Luigi Petroselli è per noi irrinunciabile. Per questo la Federazione del PD di Viterbo e la Federazione dei Giovani Democratici parteciperanno, lunedì 7 Ottobre 2019, al ricordo di Luigi Petroselli che si terrà presso il Cimitero di S. Lazzaro a Viterbo alle ore 11.

Saranno presenti i nostri militanti e i nostri rappresentanti istituzionali. Parteciperà il Segretario Regionale del PD, il Senatore  Bruno Astorre.

E’ quanto dichiarano in una nota Marco Tolli, commissario PD federazione di Viterbo e Flavia Facchinetti, coordinatrice della federazione giovanile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *