Vetralla – “Multato per essermi fermato solo cinque minuti a consegnare”. Lo sfogo di Luca, che ha perso la sua giornata di lavoro

Viterbo – E’ l’amaro sfogo di Luca Boccialoni, che attraverso la  pagina facebook “Viterbo Civica” racconta la triste vicenda che lo ha coinvolto in prima persona nella giornata di ieri nel comune di Vetralla, dove si era recato per lavoro, per effettuare la consegna di un ordine,  proprio presso il Comune. Sono quasi vent’anni che Luca consegna a a Vetralla, ma un fatto del genere non gli era mai accaduto: “Faccio questo racconto di ciò che mi è successo oggi pomeriggio (ieri, ndr) a Vetralla perché credo di aver subito un gesto ignobile, da infame. Arrivo sotto il comune di Vetralla , parcheggio sul posto a noi addetto, x scarico e carico, c’era li una vigilessa che mi guarda e mi dice, perché parcheggia qui ? Ed io…devo fare una consegna negli uffici del comune! Mi dice che sul carico e scarico devo rispettare l’orario che è soltanto dalle 7 alle 9 del mattino. A quel punto , giustamente gli chiedo , x consegnare dove devo parcheggiare ? E lei mi fa presente che dietro di me ci sono posti con strisce bianche … Ok sposto il furgone , parcheggio, prendo i pacchi , faccio la consegna 3/4 minuti al massimo , torno nel furgone e trovo la multa. Dato che la vigilessa era ancora nei paraggi, gli chiedo..Ma è uno scherzo? Mi ci ha fatto parcheggiare lei!! E lei , quelli sono posti con il disco orario. Rimango senza parole , anzi sbraido, onde evitare che la situazione degenerasse, me ne vado. Concludo con il dire , che io pagherò la multa perché nn mi conviene fare tutta la pratica x il giudice di pace , a me hai tolto una giornata di lavoro , ma tu hai fatto un gesto ignobile era soltanto dalle 7 alle 9 qualcuno si è messo anche a ridere . Ma in fin dei conti x fare una consegna che male c’era se avevo parcheggio li? Cmq mi sono spostato sulle strisce bianche ma nn avrei potuto vedere che c’era il disco orario , perché era a monte da dove venivo. Spero di essermi spiegato il meglio possibile”.

Questa la versione del ragazzo, su cui rimane un dato di fatto,   sotto al Comune di Vetralla si può scaricare solo dalle 7 alle 9, e il giovane, con la multa che gli è stata emessa ha perso il guadagno della sua faticosa giornata di lavoro, passata su un furgone a fare consegne in lungo e in largo,  con la fortuna poi di trovare certe vigilesse.

b.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *