Viterbo piange la morte di Mario Soggiu

Bancario in gioventù, imprenditore ed esponente del Movimento Sociale Italiano prima e Alleanza Nazionale poi. Un uomo che non si è mai piegato al potere

VITERBO – Mario Soggiu non ce l’ha fatta. Colpito da ictus domenica mattina era stato ricoverato d’urgenza in rianimazione all’Ospedale Belcolle di Viterbo.

Le sue condizioni erano apparse da subito gravi.

Inutili i i tentativi di limitare l’emorragia cerebrale che aveva provocato danni da subito apparsi letali. Il suo cuore ha cessato di battere questa mattina alle 6 e 30 all’età di 74 anni.

Mario Soggiu

Vicino a lui la moglie Carla e i figli Pierpaolo e Maria.

Anche gli amici di sempre come Giancarlo Gabbianelli, Attilio Falci e ancora Marcello Meroi, Mario Lega, Mauro Rotelli e via via tutti quelli che con lui hanno attraversato un periodo politico importante per la città di Viterbo.

Mario Soggiu, bancario prima nel Monte dei Paschi di Siena. Dimessosi giovanissimo aveva iniziato l’avventura da imprenditore.

E’ stato presidente della Robur, commissario di Alleanza Nazionale, consigliere comunale e provinciale.

Sempre pacato nei modi, gentile e raffinato ha avuto sempre un sorriso per tutti ed è stato vicino agli amici nel momento del bisogno.

Alla sua famiglia rivolgiamo le più sentite condoglianze con un grande abbraccio, consapevoli che non solo loro, ma anche la città di Viterbo, ha perso un tassello importante della sua storia.

Non potendosi svolgere i funerali per colpa delle restrizioni del coronavirus, rivolgeremo a lui una preghiera perché viaggi verso i campi elisi accompagnato da questo sole splendente di un marzo spettrale.

All’amico Mario il nostro pensiero… PRESENTE!

Mario Soggiu con Giancarlo Gabbianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *