#RisorgiamoItalia, Il viterbese Paolo Bianchini in rappresentanza dei ristoratori su Rai 1

VITERBO – Da tutta Italia si stanno unendo alla protesta partita, anche da Viterbo e lanciata su fb dal gruppo Ho.re.ca.Unita, di cui fanno parte imprenditori del mondo della ristorazione, hotelleria, cafè e catering, per chiedere sostegno al Governo in questo momento di tempesta economica che li sta travolgendo, per un danno che si aggira, secondo le prime stime, su 8 miliardi di euro di perdite nel paese, entro fine anno.

Tante le associazioni e i gruppi spontanei che sono confluite nella federazione nazionale di imprenditori della ristorazione, Movimento Imprese Ospitalità (Mio), per portare avanti tutti insieme questa importante battaglia, tra loro: Treviso Imprese Unite, Comitato Horeca Milano, Rinascita Pubblici Esercizi Rimini, Ristoratori Emilia Romagna,Allarme Italia Liguria, Ristoratori Toscana, Horeca Umbria Uniti, Consorzio Foligno InCentro, RistorItalia Marche, BPU Brand Partenopi Uniti con IoNonApro, Associazione Commercianti Salerno, Movimenti Impresa Puglia, Associazione operatori turistici Porto Cesareo, A.R.T. Associazione Ristoratori Trapanesi, Carboni Attivi Sicilia, Comitato Horeca Nord Sardegna-Alghero e i gruppi nazionali d Ho.re.ca Unita e associazione Gruppo Piccola Napoli (Gpn)

Questa mattina alle 11, Paolo Bianchini, ristoratore e tra i fautori della manifestazione #RisorgiamoItalia interverrà su Rai 1 alla trasmissione Storie Italiane alle ore 11 circa. “Racconterò il significato della Manifestazione Nazionale del 28 Aprile, organizzata con la fantastica sinergia di tutte le realtà del Movimento Imprese Ospitalità, per accendere i riflettori e richiamare l’attenzione del Governo su un settore formato da oltre un milione e trecento lavoratori, che rischia di non riprendersi più”. 

Di seguito il comunicato nazionale della manifestazione del 28 aprile (clicca le freccette per scorrere le pagine) 

COMUNICATO STAMPA 28.04. 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *