Viterbo – Si è suicidato Stefano Camilli, storico tifoso della Viterbese e amico di tutti

In depressione per il Coronavirus e convinto di non superare questo periodo ha deciso per l’estremo gesto. Si è sparato sotto casa con la pistola che usava per lavoro

VITERBO – La città questa mattina si è svegliata con una notizia terribile. Stefano Camilli, guardia giurata dell’Istituto di Sorveglianza di Viterbo, storico tifoso della Viterbese Calcio (migliaia e migliaia di chilometri in lungo e in largo per l’Italia) questa mattina, intorno alle 6, invece di andare al lavoro ha deciso di farla finita sparandosi alla nuca.

Viveva con la moglie e i due figli nel popolare quartiere del Pilastro dove lo conoscevano tutti. Il colpo e subito dopo le grida hanno fatto svegliare tutti. Inutili i tentativi di soccorso. Sul posto le pattuglie di polizia e carabinieri per i rilievi del caso.

Anche per noi, al momento, rimane difficile scrivere qualsiasi cosa.

Segue

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *