Regione Lazio – Fase 3: Lega, tagli stipendi a San Raffaele è bullismo Zingaretti

ROMA – “Il mancato pagamento dello stipendio addirittura di aprile di centossessanta lavoratrici e lavoratori del “San Raffaele” di Rocca di Papa è l’ennesimo capolavoro di Zingaretti e soci.

La struttura, così flagellata dalla diffusione del coronavirus da diventare vero e proprio cluster durante i giorni più bui della propagazione, grazie alle decisioni della Regione, sembra quasi essere stata individuata come la responsabile del focolaio.

Diversamente non si spiegherebbe la procedura di revoca dell’accreditamento sanitario promosso dalla Regione nei confronti del “San Raffaele”.

Ciò è inaccetTabile così come è inaccettabile non sapere che, con la revoca della convenzione, si blocca ogni tipo di finanziamento verso la struttura, non ultimi gli stipendi dei dipendenti.

La smettano, Zingaretti e D’Amato, di usare metodi da bulli nei confronti di chi tanto ha dato agli assistiti, annoverando ben quaranta contagiati tra le proprie fila.

La Lega, con l’impegno dei suoi parlamentari come quello dei suoi consiglieri regionali non smetterà di pretendere risposte e di appurare la verità: non si gioca con la vita e le necessità delle persone”. Così i parlamentari della Lega Gianfranco Rufa, Claudio Durigon e Francesco Ziccheri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *