Presentato il libro “Caesarem Vehis La Capitaneria di porto nel monumentale porto di Civitavecchia”

CIVITAVECCHIA – A bordo della nave Cruise Barcelona della Grimaldi Group ieri mattina è stato presentato il x, evento collegato alla celebrazione dei 150 anni della Capitaneria di porto, che costituisce il culmine di un impegnativo lavoro portato a termine da Andrea Giattini, militare in servizio presso la Capitaneria di porto, che ha sviluppato le proprie ricerche con il prezioso contributo di importanti biblioteche, collezioni private ed autorevoli archivi.

Tra questi anche l’Archivio  della Camera di Commercio, che ha permesso di ricostruire le relazioni commerciali del nostro porto; l’Archivio del genio civile, attraverso il quale è stata affrontata l’evoluzione infrastrutturale del porto; l’Archivio dell’Istituto Luce, che ha consentito di arricchire la pubblicazione con importanti immagini del XX Secolo.

Secondo l’Autore, inoltre, particolarmente affascinante è stato condurre le proprie ricerche presso l’Archivio Segreto del Vaticano, da cui sono emerse storie ed aneddoti cittadini, interessanti e curiosi. Le ricerche hanno pertanto consentito di realizzare un testo di pregio assoluto con immagini e documenti inediti. Il progetto editoriale, interamente sostenuto dal gruppo Grimaldi, si propone di ripercorrere la storia dell’Autorità marittima nel porto di Roma, dalla progettazione di quest’ultimo ad opera dell’Imperatore Traiano, attraversando gli anni dell’Amministrazione pontificia fino a raccontare la ricostruzione del porto a seguito dei bombardamenti, arrivando ai giorni nostri.

L’autore del libro Andrea Giattini insieme all’armatore Emanuele Grimaldi

Il prof. Gentiloni, Ordinario di Storia Contemporanea presso la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università Sapienza di Roma, sintetizzando gli aspetti di pregio della pubblicazione ha sottolineato come grazie alla narrazione fatta da Giattini “…siamo aiutati a comprendere meglio le cesure e la continuità, le trasformazioni e i lasciti del passato. Emerge con chiarezza la passione di chi ha lavorato in un gioco di squadra, come cifra costitutiva di un lavoro che si farà apprezzare nel tempo.”

All’evento, oltre ai vertici della Grimaldi Group tra cui il dott. Guido ed il Dott. Emanuele Grimaldi, hanno partecipato l’on. Battilocchio, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Giovanni Pettorino, il Sindaco di Civitavecchia, avv. Ernesto Tedesco, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Civitavecchia, dott. Andrea Vardaro, il i Sig.ri Sindaci ed i rappresentanti dei Comuni limitrofi, il Generale Minghetti, Comandante del CE.SI.VA., nonché i maggiori esponenti delle Forze di polizia e del  cluster portuale locale. La presentazione ha visto la presenza del giornalista e scrittore Bruno Vespa, il quale moderando l’evento, ha sottolineato il valore dell’opera del giovane civitavecchiese.

Il Comandante Generale, nell’auspicare che iniziative del genere possano essere replicate in tutti i porti d’Italia,  ha evidenziato  come il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera abbia accompagnato per secoli le attività marittime del nostro Paese, così come continuerà a farlo anche in futuro, ribadendo che la storia dell’Italia è da sempre inevitabilmente legata al mare.L’Ammiraglio Leone, Direttore Marittimo del Lazio e Comandante del porto ha riferito come l’occasione sia stata propizia per incontrare i rappresentati della famiglia del porto per un saluto, in vista dell’imminente passaggio del testimone. Nella settimana in cui si accinge a lasciare l’incarico è stato felicissimo di poter lasciare un dono a questa città, dono peraltro scritto da un brillante narratore della storia di Civitavecchia e del suo porto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *