Porto Ercole – La giovane atleta paralimpica Ambra Sabatini entra in “Art4Sport”, associazione della famiglia di Bebe Vio

PORTO ERCOLE (GR) – Ambra Sabatini entra in Art4Sport. La 18enne tesserata con l’atletica Grosseto e testimonial dell’associazione SuperAbile Viterbo, è stata arruolata dalla Presidente della Onlus di Mogliano Veneto (TV), Teresa de Grandis, mamma di Bebe Vio.

Dopo una serie di incontri Art4Sport ha deciso di sostenere in concreto le ambizioni di Ambra Sabatini nel suo progetto per lo sport ed in particolare per l’atletica paralimpica.

La promettente atleta toscana, dopo l’incidente stradale capitatole nel giugno del 2019 a due passi dallo svincolo per la Feniglia, sta davvero bruciando le tappe. Di lei hanno colpito la caparbietà e la costanza con cui si è subito rialzata dopo il gravissimo sinistro. E anzi, proprio durante il ricovero ospedaliero, a pochi giorni quindi dall’amputazione della gamba, ai piedi del letto, si è cimentata in una cinquantina di flessioni, gesto questo diffuso in un video sui social da SuperAbile Viterbo e che è diventato subito virale, finendo addirittura sulle prime pagine delle edizioni web de Il Tirreno e de La Stampa.

Ambra, dopo alcune calibrazioni nel centro protesi di Budrio (BO), nei giorni scorsi, ha indossato in pista, a Grosseto, per la prima volta, la protesi da corsa: le sensazioni sono state subito ottime.

Sostenuta dalla sua famiglia, dall’associazione atletica di Grosseto (è seguita dal suo allenatore Jacopo Boscarini della Costa D’Argento) e dall’associazione SuperAbile Viterbo, con l’ingresso in Art4Sport, per lei si aprono le porte del grande palcoscenico nazionale.

Teresa de Grandis, Presidente della Onlus e mamma di Bebe Vio, è rimasta molto colpita dalla grinta e dalla determinazione della giovanissima atleta di Porto Ercole e per questo ha deciso non solo di puntare forte su di lei ma ha provveduto anche a finanziare l’acquisto della protesi da corsa.

La Art4Sport è una onlus che crede nello sport come terapia per il recupero fisico e psicologico dei bambini e dei ragazzi portatori di protesi di arto, puntando a migliorare la qualità di vita sia dei ragazzi che delle loro famiglie.

La Art4Sport si è ispirata alla storia di Beatrice (Bebe) Vio, una bambina con tante passioni tra cui quella della scherma. Alla fine del 2008, all’età di 11 anni, è stata colpita da una grave malattia che ha portato come tragica conseguenza all’amputazione dei quattro arti. Malgrado questo nel giro di un anno Bebe è tornata alla sua vita di prima e uno dei fattori motivanti che l’ha portata a reagire con forza e determinazione è stato il suo desiderio scalpitante di tornare ancora una volta a praticare il suo amato sport.

Un po come sta accadendo proprio ad Ambra Sabatini che, dopo l’incidente stradale di 12 mesi fa, non solo è tornata più forte di prima ma ha già ripreso gli allenamenti in pista, mettendo nel mirino Tokio 2021.

“Siamo onorati di avere Ambra nella nostra squadra – ha detto Alfredo Boldorini, presidente dell’associazione SuperAbile Viterbo – e la notizia del suo ingresso in Art4Sport ci riempie di gioia. Siamo felici che la Presidente Teresa de Grandis abbia puntato su Ambra che, conoscendola, ripagherà sicuramente la fiducia con i risultati in pista. Insieme alla sua famiglia, al suo allenatore Jacopo Boscarini ed all’atletica Grosseto facciamo il tifo affinché Ambra, un grande esempio di rinascita, di ripartenza e di resilienza, possa centrare tutti gli obiettivi che si è prefissata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *