Viterbo – Nasce il ristorante gourmet “a domicilio”, da un’ idea dello chef Cravero

Viterbo – Nasce il sito www.dsfchefexperience.it, l’avventura che trasforma la propria casa in un ristorante gourmet. L’idea è dello chef  Salvo Cravero, molisano d’ origine e viterbese d’adozione e del sommelier Michele Palombi, proprietario del ristorante Dal Sor Francesco a Vetralla.

“Non uno chef a domicilio – afferma Cravero- ma l’esperienza di avere un vero e proprio ristorante gourmet  nella propria casa. Dalla mise en place, composta di broccati, cristalli e raffinati complementi, al cibo di altissima qualità accompagnato da pregiate etichette sapientemente “raccontate” dal sommelier Palombi. E ancora: distillati, cioccolatini, e sfiziosità per una serata dove nulla è lasciato al caso.  Due le proposte: una di pesce e una di terra, ma i menù sono ampiamente personalizzabili – prosegue lo chef-  si parte da 80 euro a persona a salire. Ci chiamano sia le coppie che gruppi di amici, arriviamo fino a quindici persone”.

 Salvo Cravero è chef, consulente per imprenditori del food&wine e docente presso la Gambero Rosso Academy. Professionista poliedrico, da più di vent’anni  nel settore della ristorazione, con una conoscenza che va dalla cucina tradizionale a quella più moderna e contemporanea, oltre ad avere una specializzazione in panificazione. Incaricato da Alitalia di curare il menù per la prima classe “Magnifica”, nel 2019 è stato nominato Ambasciatore del gusto DOC Italy per quanto riguarda la provincia di Viterbo.  Sempre pronto a intraprendere nuove strade e nuovi progetti. Tra questi, da tempo vi era quello di fornire un servizio che non fosse il solito chef a domicilio, bensì portare in casa di pochi fortunati un’ esperienza indimenticabile.

Con lui il sommelier Michele Palombi, grande conoscitore di vini, poiché cresciuto fin da bambino nel ristorante di famiglia, che ha scelto, crescendo, di specializzarsi in enologia. A lui il compito di illustrare le caratteristiche di ogni etichetta descrivendone le proprietà, il retrogusto e gli abbinamenti culinari più adatti.

BF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *