Montefiascone – Il 4 agosto gli Eurofighter sfrecceranno sul Lago di Bolsena

Saltato l’Air Show a causa del Covid, l’Aeronautica Militare commemorerà gli eroi dell’aria falisci con un passaggio in linea con il monumento alla loro memoria

MONTEFIASCONE – Il Covid ha scombussolato la vita degli italiani e fatto annullare anche tantissimi avvenimenti importanti.

Uno di questi l’Air Show delle Frecce Tricolori.

Ancora forte il ricordo e l’emozione per quei tre giorni straordinari di festa vissuti sul lungolago di Montefiascone nell’agosto del 2018. Una manifestazione nata per inaugurare il monumento ai caduti falisci dell’Aeronautica Militare e che si sarebbe dovuta ripetere ogni due anni.

Un omaggio al colonnello Paolo Scoponi (designato a diventare comandante delle Frecce Tricolori) pilota militare e collaudatore sperimentatore, in servizio proprio nel gruppo di Addestramento Acrobatico dell’aeronautica militare, deceduto nel 1988 durante un normale volo di addestramento a Rivolto (Ud), al capitano Piero Giraldo, navigatore militare dell’Aeronautica, morto cinque anni dopo in un incidente di volo con un Tornado a Garessio (CN), a Gino Bartoli pilota appartenente alla regia aeronautica e poi all’aeronautica militare, deceduto a Roma nel 1954 per una malattia contratta in guerra e al capitano Paolo Lozzi, in forza all’Aviazione Leggera Esercito e deceduto in un incidente di volo a Tuscania il 23 gennaio 2014.

Il sindaco Massimo Paolini e l’assessore Fabio Notazio hanno chiesto e, quanto pare, ottenuto da parte dell’Aeronautica Militare, il passaggio a bassa quota degli aerei da guerra Eurofighter in servizio in tutta Europa.

Sarà un momento comunque bello e toccante che il 4 agosto renderà orgogliosi non solo i cittadini di Montefiasconesi ma tutti gli italiani.

 

 

lettera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *