Regione Lazio – Stop ai dirigenti esterni (raccomandati). Il Consiglio di Stato boccia Zingaretti, danno erariale per milioni di euro

Ennesimo disastro amministrativo passato in silenzio. Roberta Bernardeschi , segretario regionale della Fedirets: “Ol­tre 48 gli incarichi illegittimi accertati”

ROMA  – Il Consiglio di Stato ha dichiarato illegittimi 48 dirigenti esterni della Regione Lazio, sottolineando anche che 27 sono in eccesso rispetto a quanto stabilito dalle norme nazionali e regionali.

La sentenza conferma quella del Tar del 2015, inerente gli incarichi dirigenziali assegnati ad esterni dall’estate del 2013 in poi.

Successivamente la Regione Lazio ha presentato appello per difetto di giurisdizione, ottenendo il diniego dalla Cassazione e poi il Consiglio di Stato il 17 luglio ha confermato la sentenza del Tar, ribadendo le illegittimità denunciate circa sette anni fa dalla Fedirets Di­rer Lazio, sindacato dei dirigenti regionali .

Il sindacato ha inoltre preparato un esposto alla Corte dei Conti per presunto danno erariale. “Oltre ai 48 incarichi illegittimi – spiega Roberta Bernardeschi, segretario regionale della Fedirets – che seppur parzialmente cessati comunque non erano regolari, vi sono gli incarichi successivi al 2015 che sono stati dati con le stesse modalità censurate dai giudici amministrativi in primo e secondo grado.

Ovviamente sarà la magistratura contabile a stabilire l’entità dell’eventuale danno erariale ma, secondo i nostri calcoli, parliamo di almeno 10 milioni di euro”.

Una stima, ovviamente in difetto quella del sindacato calcolando che ogni anno in Regione ci sono circa “60 dirigenti esterni reclutati con modalità non conformi alla legge, lo dimostra il fatto che la Regione ha presentato appello alla sentenza del Tar del Lazio, non condividendo quindi le prescrizioni dei giudici del 2015”.

“Altra conseguenza – conclude la Bernardeschi- saranno le eventuali richieste di risarcimento danni da parte dei dirigenti interni e quadri esclusi in questi anni, parliamo di decine di persone”.

Occorre ricordare che tra queste nomine finite nel calderone ce n’è una diventata famosa, quella del pizzardone di Rieti, Carmelo Tulumello oggi ancora alla guida della Protezione Civile nonostante i disastri compiuti con l’incauto acquisto delle mascherine protettive, i voli fantasma a Shanghai e tanto altro ancora.

 

Ecco la sentenza integrale

 

202004600_11

2 Replies to “Regione Lazio – Stop ai dirigenti esterni (raccomandati). Il Consiglio di Stato boccia Zingaretti, danno erariale per milioni di euro

  1. è ormai giunta l’ora di predisporre una legge in base alla quale ,quando un pubblico amministratore viene condannato personalmente responsabile di un danno erariale, nei confronti della pubblica amministrazione ,venga condannato al risarcimento del danno stesso comprese le spese legali…avremo meno cause e meno danni.

  2. Purtroppo gli ambigui e onagri personaggi tirati fuori dal cappello a cilindro politico sindacale.. Fa si che le persone giustamente qualificate stiano sempre più lontano dalla prima linea decisionale ed è una retroguardia in crescita.. Come pure i danni arrecati all’ente pubblico e suoi funzionari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *