Montalto di Castro – Tasse non pagate, nessuno diffamò il segretario del PD Mazzoni. Prosciolti sindaco e giornalisti

Segnalato all’Agenzia delle Entrate il mancato rispetto del pagamento della rateizzazione del debito, adesso rischia l’esclusione dal consiglio comunale

MONTALTO DI CASTRO – Lui è Quinto Mazzoni, da anni ormai segretario del Partito Democratico, famoso non tanto per l’attività politica ben che meno per quella lavorativa.

Lui, Mazzoni, è noto per trascorrere la gran parte del tempo a scrivere esposti e fare denunce in Procura contro soprattutto i suoi avversari politici.

Una di queste denunce riguardava, oltre al sindaco di Montalto di Castro Sergio Caci, anche la nostra testata e quella del Corriere di Viterbo.

Mazzoni si era sentito diffamato da questo articolo:

 

Montalto di Castro – Mazzoni (PD): “Io non ho debiti con il Comune”. La sua società in liquidazione, la Zema srl, sì

Se non avete tempo brevemente ricordiamo che, in questo articolo, raccontavamo dei debiti accumulati dalla Zema Srl, società della quale Mazzoni ne era il titolare, divenuto poi liquidatore dopo averla ceduta a un suo dipendente che ha finito col mandarla a picco.

Debiti con il Comune che, tutt’oggi, non sono stati onorati dal liquidatore della società (Quinto Mazzoni) e che, prima o poi, ricadranno sulla testa di tutti i montaltesi.

Adesso l’ufficio tributi ha segnalato all’Agenzia delle Entrate l’ennesimo mancato rispetto dei pagamenti pattuiti, parliamo di diverse migliaia di euro non versati di tasse.

In questa vicenda, Mazzoni, si trascinò dietro anche la consigliera comunale Eleonora Sacconi che però, a differenza sua, sta onorando con senso civico, periodicamente, l’impegno preso con l’ufficio tributi.

Lui, Quinto Mazzoni, anch’esso consigliere comunale, NO! Non pagò le tasse quando era titolare legittimo della Zama Srl e non lo sta facendo oggi che ne è il liquidatore.

Un bel personaggio, non c’è che dire. Secondo molti ci sono i presupposti perché decada da consigliere comunale, certo è che non fa una bella figura a prescindere.

Questo il post che costò al sindaco la querela, archiviata due volte, una denuncia da parte di Mazzoni.

 

 

Questa la sentenza del Tribunale di Civitavecchia che per ben due volte ha dato torto a Quinto Mazzoni “il denunciatore” e “cattivo pagatore”.

 

93115

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *