Capalbio – Ferragosto senza bancomat per Zingaretti, risucchiato dallo sportello automatico

Capalbio – Ferragosto toscano per Il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, che ha trascorso qualche giorno all’ Argentario, buen retiro di molti dem rinchiusi in faraoniche ville affittate per l’occasione.

In bermuda e infradito Zinga si è presentato nella storica macelleria della famiglia Terni “I Piaceri della Ciccia” a Capalbio Scalo, di cui è cliente da molti anni: “La sua carne preferita sono le polpette al sugo che prepariamo noi –  afferma Luca Terni ( nella foto sopra) –  e anche quel giorno è venuto insieme alla moglie per acquistarle”.

Qualcosa però è andato storto, perché una volta aperto il portafogli, il povero Nicola si è reso conto di aver lasciato la tessera bancomat all’interno dello sportello di prelievo. Una corsa per recuperarla, ma ormai era stata inghiottita dall’apparecchio. “Con noi non ci sono problemi è un nostro vecchio cliente gli abbiamo fatto credito”, conclude il macellaio.

B.F.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *