Tuscia – Trecento anni fa San Paolo della Croce fondava la congregazione dei Passionisti: escursione alla scoperta dei luoghi dove ha vissuto

Visita al Ritiro di Sant’Angelo, dove il santo dimorò diversi anni

Viterbo – In occasione del  terzo centenario della scrittura della prima Regola dei Passionisti (1720-2020) da parte di San Paolo della Croce che, nel dicembre del 1720 mise per iscritto la prima bozza di regola della Congregazione  inizialmente chiamata,  I Poveri di Gesù, l ’associazione scientifico-culturale “Antiqua Tellus-Centro Studi Mons. Simone Medichini”, organizza per sabato 10 Ottobre una escursione sul Monte Fogliano, e la visita del Ritiro di Sant’Angelo e dell’eremo di San Girolamo. Con una passeggiata di circa 2,5 km attraverso il meraviglioso bosco di cerri e faggi del Monte Fogliano, un’oasi di pace che sa regalare una profonda sensazione di armonia con la natura, si raggiungerà il Ritiro di Sant’Angelo , con l’accoglienza dai Padri Passionisti,  visita della chiesa, il convento e la cella dove visse per lunghi anni San Paolo della Croce.

Il Santo fu un instancabile evangelizzatore, promosse soprattutto la venerazione verso la Passione di Gesù Cristo, e compì numerose missioni anche nella Tuscia, dove fondò alcuni importanti Ritiri, tra i quali quello di Sant’Angelo.

Seguirà un momento di commemorazione di questo grande Santo mistico, per ricordare il suo “nascondimento” di quaranta giorni, dal 27 Novembre 1720 al 1° Gennaio 1721, nella celletta annessa alla chiesa dei Santi Carlo e Anna a Castellazzo Bormida (AL).

Durante questo periodo di solitudine e di preghiera ebbe numerose esperienze mistiche, e fu divinamente ispirato a fondare la “Congregazione della Passione di Gesù Cristo”, e a scrivere la prima Regola. Per l’occasione saranno anche letti alcuni brevi, ma intensi, passi tratti dal suo “Diario Spirituale”, pubblicato per la prima volta cento anni fa, nel 1920. Dopo il pranzo al sacco nell’area pic-nic a pochi metri di distanza dal Ritiro, si raggiungerà a piedi l’eremo di San Girolamo, una grotta scavata in un enorme masso tufaceo immerso nel bosco, dove nella prima metà del XVI secolo visse l’eremita senese fra Girolamo Gabrielli. Il Programma dettagliato dell’evento, insieme ad un “Promo-video”, sono stati pubblicati nella pagina Facebook “Antiqua Tellus” e nel sito web: https://sites.google.com/view/antiquatellus/about/management

All’evento possono partecipare i soci dell’Associazione, per l’adesione almeno come soci simpatizzanti, che si potrà sottoscrivere anche il giorno stesso dell’escursione, e per la prenotazione entro il 9 Ottobre (antiquatellus@email.it), si vedano le indicazioni dettagliate contenute nel Programma. Tutte le fasi dell’evento saranno svolte in ottemperanza alle norme sanitarie di contenimento del Covid-19, attualmente in vigore (vedi Programma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *