Civitavecchia – Comitati a tutela dell’ambiente preoccupati per il progetto di biometano Ambyenta Spa

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo: Turbogas, biometano, ciclo aperto, ciclo combinato. Non passa giorno che Civitavecchia non faccia i conti con progetti, più o meno avveniristici, legati alla combustione di qualcosa.

Il continuo susseguirsi di questi annunci, tra l’altro, costringe ormai da mesi i comitati e le associazioni di Civitavecchia a scrivere decine di comunicati, osservazioni, note stampa, ad organizzare assemblee pubbliche, convegni, sit in, cortei, a stare costantemente in guardia contro l’idea che su questo territorio si possa continuare ad inquinare, devastare, brutalizzare impunemente e senza il minimo ritegno.

Di fronte ai progetti presentati in queste ore da Tirreno Power e Ambyenta Lazio potremmo tornare ad argomentare la nostra opposizione sul piano scientifico, socio-economico e perfino culturale. La verità però è che siamo stufi di urlare contro muri di gomma che conoscono solo la legge degli affari e del profitto.

Di fronte a queste provocazioni (definirli progetti sarebbe effettivamente un insulto all’intelligenza di chi legge), è arrivato il momento di cominciare ad alzare la voce per ribadire, una volta per tutte, un concetto molto semplice: Civitavecchia non è la fogna d’Italia!

FIRMATARI:

Comitato S.O.L.E. Donatella Palomba – Medico di base

Collettivo NO al Fossile – Civitavecchia Gian Piero Baldi – Medico ISDE

Città Futura Giovanni Ghirga – Pediatra

Piazza048 Gian Pio Viti – Dermatologo

Forum Ambientalista – Civitavecchia

LIPU – Civitavecchia

#mirifiuto

Rete delle Associazioni

Comitato difesa valle del Mignone

Italia Nostra sezione Etruria

100% Farnesiana

Il Paese che Vorrei

ADS Nessuno Escluso

Italia Nostra sezione Roma nord

Spazio Solidale

Friday For Future sezione di Civitavecchia

Bio Ambiente Tarquinia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *