Tarquinia – Villaggio San Giorgio, dopo cinquant’anni la lottizzazione diventa realtà

 

Esito favorevole della Regione Lazio alla verifica di conformità

ROMA – La verifica di conformità protocollata nella giornata di ieri segna un punto fondamentale sulla riqualificazione urbana di questo territorio che pone fine ad un’ attesa che dura da oltre cinquanta anni, indirizzando la lottizzazione di San Giorgio verso un nuovo futuro fatto di legalità controllo e ordine, che prenderà posto ad anni di illegalità di illeciti e di disordine.

La Direzione Regionale per le politiche abitative e la pianificazione territoriale, paesistica e urbanistica, Copianificazione e Programmazione negoziata Province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo (rif.prot.724664 del 19/8/2020) comunica ai sensi dell’art. 1bis della l.r. 36/87 e s.m.i.,

l ‘esito favorevole della verifica di conformità alle disposizioni della citata l.r. 36/87e s.m.i. con l’osservazione in relazione ai limiti di cubature delle funzioni residenziali e non residenziali massime insediabili.”
Si conclude così il procedimento che approva la verifica di conformità ai sensi della Legge Regionale n.37/38 – art.1 bis, del piano di lottizzazione convenzionato denominato “Lottisti Villaggio San Giorgio”
Il Piano di lottizzazione convenzionata “Lottisti – Villaggio San Giorgio”, approvato dal Comune con DCC n. 115 del 14/08/2020, appare dunque conforme alle Norme Tecniche di Attuazione del PRG vigente del Comune di Tarquinia approvato con DGR n. 3865 del 7 novembre 1975, in particolare agli artt. 6 e 9 delle NTA che definiscono la ZTO C e delimitano i comprensori di espansione residenziale.
Il progetto prevede la realizzazione di edifici residenziali su un’area di mq 196.703,47, pari al 48,88% dell’intero comprensorio, suddivisa in 50 lotti/comparti, integrata con spazi riservati a verde privato per mq 28.389,42, aree naturali di rispetto ambientale per mq 51.891,99, e connessi spazi per uso collettivo e servizi locali per mq 59.736,52.
Il comune di Tarquinia ha un numero di residenti superiore ai 10.000 abitanti, pertanto la dotazione minima inderogabile di spazi riservati alle attività collettive, a verde pubblico o a parcheggi, risulta pari a 18 mq abitante (art.3 DM 1444/68). Inoltre essendo l’area in diretto rapporto visuale con particolari connotati naturali o archeologici del territorio, la quantità minima di spazi pubblici attrezzati per lo sport e il tempo libero risulta pari a 15 mq/ab (art. 4 DM 1444/68) portando il totale a mq 24 /abitante. Il parametro di densità comprensoriale risulta correttamente ridotto, a 36 ab/ha in base alla rimodulazione effettuata in sede di accoglimento parziale della osservazione, cod. 056050_P05 fatta ai sensi dell’art. 23 della LR 24/98, presentata dal Comune al Piano Territoriale Paesaggistico n.2 – Litorale Nord.
E’ stata una bella notizia – dichiara il Sindaco Alessandro Giuliviper più motivi: la riqualificazione di un’area che attendeva una svolta da circa 50 anni, la consapevolezza che questo porterà dei benefici all’intera città sia in termini di occupazione che in termini di turismo e sviluppo, e la soddisfazione di essere arrivati a questo punto nonostante le difficoltà incontrate e l’immobilismo causato anche dall’emergenza covid-19 che sta paralizzando intere nazioni. Ora non ci resta che lavorare sui progetti e iniziare a concretizzare il futuro di San Giorgio”.

-1697195515

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *