Tarquinia – Le mamme perdono il ricorso al TAR, le scuole rimarranno chiuse fino al 24 novembre

Il gruppo di mamme, sostenute dalla consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Silvia Blasi, avevano chiesto di annullare l’ordinanza sindacale e chiesto un risarcimento all’Amministrazione

ROMA – Resta confermata l’ordinanza con laquale il 30 ottobre scorso il Sindaco di Tarquinia (Viterbo) Alessandro Giulivi, per fronteggiare l’emergenza Covid, ha disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti nel comprensorio del comune, a far data dal 2 novembre e fino al prossimo 24novembre.

L’ha deciso con decreto monocratico il Tar del Lazio, respingendo un ricorso di alcuni genitori del comune viterbese, fissando per la trattazione collegiale della controversia la camera di consiglio del prossimo 4 dicembre. Il Tar ha considerato che, ai fini del riscontro dei presupposti di estrema gravità ed urgenza previsti dal Codice “l’efficacia temporalmente limitata della gravata ordinanza, destinata ad esaurire i propri effetti in data 24 novembre 2020, appare inidonea a determinare le prospettate gravi conseguenze egli irreversibili pregiudizi per scongiurare i quali è chiesta la tutela monocratica”.

Rilevando poi che “il Dpcm del 3 novembre 2020, invocato tra i principali parametri di legittimità della gravata ordinanza, è successivo alla data di adozione della contestata misura emergenziale e che la tutela monocratica non può costituire anticipazione in ordine alla fondatezza o meno del ricorso, ferma restando la necessità di approfondire il perimetro dei poteri sindacali in materia alla luce del quadro normativo di riferimento”, nonché considerato che “l’essere la situazione emergenziale, connessa al contagio, in continua evoluzione, richiede strumenti flessibili che si possano adattare alle contingenze particolari dei singoli ambiti territoriali, alla luce del principio di precauzione e di prevenzione”, il giudice ha rilevato che “i dati sull’andamento dei contagi nel Comune di Tarquinia evidenziano un tendenziale raddoppio dei casi positivi e il triplicarsi del numero dei soggetti in isolamento nel periodo intercorrente tra il 19 e il 30 ottobre 2020, seppur non vi siano evidenze sulla affermata saturazione delle strutture di ricovero e cura”.

 

Tarquinia – Aumentano i contagi nelle scuole ma le mamme fanno ricorso al TAR per farle riaprire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *