Slow Food, Terra Madre Chistmas: Tra i piatti natalizi c’è anche l’ anguilla di “Bolzena”

Interessanti e golose come sempre le iniziative che slow food mette in campo per far conoscere i prodotti del territorio e  la storia che li accompagna, a sostegno di produttori e ristoratori, soprattutto in questo difficile momento storico. Ultima delle idee proposte dall’ associazione che guarda al cibo sano, gustoso e sostenibile è il “Terra Madre Christmas” : il 19 e 20 dicembre nei ristoranti slow food, dell’intero territorio laziale si potranno gustare piatti che guardano alla tradizione natalizia: Grani antichi, zuppe, brasato, verdure di stagione, fino al gelato al panettone, che saranno in menù per promuovere le eccellenze gastronomiche regionali.
La cuoca e food blogger Vittoria Tassoni, di Tarquinia, cuoca itinerante dell’ alleanza slow food ha invece proposto per sostenere l’ evento, la sua ricetta dell'”anguilla marinata del lago di Bolsena”, inviata ai ristoratori del “Terra Madre Christmas” che la proporranno in menù.

Peccato che il piccolo gioiello lacustre “Bolsena”, sia  diventata “Bolzena”, sulle immagini di promozione dell’ evento, con la sua anguilla così famosa,  da essere citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia (canto XXIV del Purgatorio) . “e quella faccia di là da lui più che l’altre trapunta ebbe la santa Chiesa in le sue braccia: dal Torso fu e purga per digiuno l’anguille di Bolsena e la vernaccia”, il riferimento è a Martino IV papa ghiotto del prelibato pesce.

Errori che possono capitare? Forse, ricordiamo solo che l’ iniziativa nasce proprio per promuovere ciò che fa la differenza: il cibo e i suoi luoghi. Confondere Bolsena,
forse con “Bolzano”, oltre che lontano per geografia e clima, lo è anche da chi dovrebbe conoscere, se non i prodotti,  almeno il nome del luogo da sostenere.

I piatti saranno comunque favolosi e questo natale è una delle occasioni giuste per poter assaggiare ricette esclusive realizzate con le eccellenze del Lazio e sostenere i nostri ristoratori, provati dagli eventi storici.  Leggete il menù (foto sotto),  prenotate e andate a visitare la splendida “Bolzena”, non vi capiterà più.

b.f.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *