Tirreno Power partecipa al progetto di ricerca europeo FLEXnCONFU

ROMA – Tirreno Power partecipa al progetto di ricerca europeo FLEXnCONFU che ha l’obiettivo di trovare soluzioni innovative per massimizzare l’impiego dell’energia rinnovabile e sviluppare un sistema elettrico flessibile, in grado di bilanciare in tempo reale domanda e offerta grazie al contributo degli impianti a ciclo combinato.

Il progetto è realizzato e finanziato dal Programma di Ricerca e innovazione Horizon2020 dell’UE.
Tirreno Power metterà a disposizione competenze e dati di funzionamento dei propri impianti a ciclo combinato e parteciperà al gruppo di lavoro che ha il compito di comparare l’assetto regolatorio dei vari sistemi europei e definire proposte evolutive.

Nella transizione energetica in atto gli impianti a gas naturale a ciclo combinato sono una tecnologia cruciale per compensare l’intermittenza delle fonti rinnovabili. Il progetto ha l’obiettivo di studiare le soluzioni più efficienti per costruire un sistema che integri le diverse fonti garantendo la stabilità della rete.

Lo studio considera inoltre la progressiva introduzione di combustibili alternativi, come l’idrogeno, che negli impianti predisposti consentirà, una volta che la tecnologia sarà matura, di ridurre ulteriormente le emissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *