Civitavecchia – Attig (La Svolta): Appalti “anomali”, chiesto accesso agli atti e revoca stazione appaltante

La capogruppo: “Presenterò interrogazione sulla stazione appaltante Confservizi Lazio. Se venisse confermato quanto denunciato dalla stampa il Sindaco dovrà revocare l’incarico e sostituirla immediatamente”

CIVITAVECCHIA – Riceviamo e pubblichiamo: Alla luce di quanto appreso dagli organi di informazione circa le presunte anomalie sugli esiti delle procedure di gara affidate alla stazione appaltante del Comune di Civitavecchia, Confservizi Lazio, il Capogruppo de La Svolta Fabiana Attig, annuncia già dalla prossima settimana una interrogazione urgente con risposta scritta.

“Nel frattempo – dichiara – ho notificato con una PEC una richiesta di accesso agli atti per la imbarazzante notizia, che a mio avviso getta una pesante ombra sulla correttezza dei procedimenti”.

La questione, come ormai noto, riguarda una gara effettuata con due procedure negoziate, per l’affidamento di lavori di “messa in sicurezza delle strade aree periferiche” – San Liborio, via De Sanctis e Campo dell’Oro, San Gordiano, Boccelle per il secondo lotto.

Infatti sembrerebbe, dalla notizia apparsa, che per i due lotti, abbiano partecipato dieci ditte per ciascuno e per entrambi i lotti nove si sarebbero ritirate, una dinamica singolare e insolita e che lascia più di qualche dubbio, visto anche che entrambe le gare sono state vinte dalle uniche ditte rimaste con una percentuale di ribasso veramente esigua: circa il 4% in entrambi i casi.

“Qualora dall’esito della richiesta di accesso agli atti venisse confermato quanto riportato dalla stampa – dichiara Attig – chiederò al Sindaco e alla Giunta di provvedere alla immediata sostituzione della stazione appaltante, e invierò una informativa con tutta la documentazione agli organi deputati a verificare la correttezza di quanto accaduto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *