Civitavecchia Porto – Il cantiere Privilege presto tornerà nelle mani dell’AdSP

Ultimatum di Pino Musolino. Figuraccia rimediata da Stefano Cenci che non ha mantenuto nulla di quanto dichiarato in questi ultimi anni in veste di portavoce-consulente

CIVITAVECCHIA – Giovedì scorso il presidente Pino Musolino ha incontrato quelli che, sulla carta, sarebbero i nuovi interlocutori della Royalton, società che avrebbe svolto l’operazione Privilige Yard.

In collegamento con il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale si è presentato anche un simpatico personaggio in camicia hawaiana colorata, mega drink in mano e abbronzatura d’altri tempi.

Il colloquio non è durato moltissimo. Del resto in questi anni tutte le promesse sono cadute sempre costantemente nel vuoto e Musolino pretende azioni immediate e non più differibili.

C’è il mistero sulle fidejussioni che dovevano essere escusse dall’ente nel caso non fossero stati mantenuti i tempi di realizzazione ma, da quanto trapela, non sarebbero state escusse perché forse mai presentate.

Un altro regalo dell’ex presidente Francesco di Majo e di qualche faccendiere senza scrupoli che ha favorito un’operazione che, in termini economici e di lavoro, non ha prodotto nulla.

Ovviamente quello che sappiamo noi comuni mortali perché la società estera, probabilmente, grazie a questo affare apparentemente anti economico, può aver fatto decine, centinaia se non migliaia di operazioni economiche.

Questa mattina abbiamo ricevuto la mail di William Gassen che, dopo aver fatto da parafulmine negli ultimi anni, afferma di non lavorare più per la Royalton dal 2019. Questa la lettera:

 

Greetings,
My name had been invoked recently in Civitavecchia’s local media. The latest issue insinuated that I had been replaced as Director of KÖNIG SRL… the current holder of the ex-Privilege concession.

I have on no previous or current occasion held a position of Director, Officer or employee of KÖNIG SRL. Any statement to the contrary would be wholly inaccurate. For a certain time, I was honored to serve as Chief Operating Officer at Royalton Investment. My appointment with Royalton terminated amicably at the end of 2019, in order for me to pursue hydrogen technology and deployment through ZEROC Energy Inc. https://zerocenergy.com/.

At ZEROC we are developing a zero-carbon fuel solution for the marine industry. A future-proof fuel technology specifically for the seaborne transport sector. One of our first initiatives is the design, assembly and implementation of a hydrogen/fuel cell propulsion system for motor yachts.

Over the past two years I have had productive discussions with Jimmy Frangi of Royalton, concerning the possibility of developing the ex-Privilege shipyard as a Hydrogen Technology Center.

– transforming the energy produced from the yard’s solar facility into green hydrogen.

– designing and assembling hydrogen electrolysers

– designing and assembling fuel cells

– designing and assembling methanol reformer units

– designing and assembling fuel storage tanks

– developing and building H²/fuel Cell powered Yachts… 26m, 38m, 50m, & 80m
We have also discussed the opportunity to provide green alternative shoreside power solutions to the cruise ships docking inside the Port, as well as engaging our colleagues at World Bank to explore a public private partnership to develop the Darsena Energetica Grandi Masse. Our talks on these matters continue. As soon as we may reach an accord, we can engage with the Port Authority.

While all of these prospects offer long-term sustainable revenue and good paying jobs, this does not address the P430 Yacht. This continues to be a unique and complex challenge, but one that is in very capable hands. The Royalton team excels through focus, commitment and sheer will. There is no one more consequential in this industry than Jimmy Frangi… he is the light at the end of the P430 tunnel.

Questa la traduzione:

Saluti,
Il mio nome è stato recentemente richiamato dai media locali di Civitavecchia. L’ultimo articolo (uscito su TRC, ndr)  insinuava che fossi stato sostituito come Direttore della KÖNIG SRL… l’attuale titolare della concessione ex Privilege.

In nessuna occasione precedente o attuale ho ricoperto una carica di Direttore, Funzionario o dipendente di KÖNIG SRL. Qualsiasi affermazione contraria sarebbe del tutto inesatta. Per un certo periodo sono stato onorato di servire come Chief Operating Officer presso Royalton Investment. Il mio contratto di lavoro con Royalton è terminato amichevolmente alla fine del 2019, in modo che potessi perseguire la tecnologia e l’implementazione dell’idrogeno attraverso ZEROC Energy Inc. https://zerocenergy.com/.

In ZEROC stiamo sviluppando una soluzione di carburante a zero emissioni di carbonio per l’industria marittima. Una tecnologia del carburante a prova di futuro specifica per il settore del trasporto marittimo. Una delle nostre prime iniziative è la progettazione, l’assemblaggio e l’implementazione di un sistema di propulsione a idrogeno/celle a combustibile per yacht a motore.

Negli ultimi due anni ho avuto proficue discussioni con Jimmy Frangi di Royalton, sulla possibilità di sviluppare l’ex cantiere Privilege come Hydrogen Technology Center.

– trasformare l’energia prodotta dall’impianto solare del cantiere in idrogeno verde;

– progettazione e assemblaggio di elettrolizzatori a idrogeno;

– progettazione e assemblaggio di celle a combustibile;

– progettazione e assemblaggio di unità di reforming a metanolo;

– progettazione e montaggio di serbatoi di stoccaggio del carburante;ù

– sviluppo e costruzione di yacht alimentati da H² / fuel cell… 26m, 38m, 50m e 80m.

Abbiamo anche discusso dell’opportunità di fornire soluzioni elettriche alternative green per le navi da crociera che attraccano all’interno del porto, oltre a coinvolgere i nostri colleghi della Banca Mondiale per esplorare una partnership pubblico-privato per sviluppare la Darsena Energetica Grandi Masse. I nostri colloqui su questi argomenti continuano. Non appena possiamo raggiungere un accordo, possiamo impegnarci con l’Autorità Portuale.

Sebbene tutte queste prospettive offrano entrate sostenibili a lungo termine e posti di lavoro ben retribuiti, questo non riguarda lo yacht P430.

Questa continua ad essere una sfida unica e complessa, ma in mani molto capaci. Il team Royalton eccelle per concentrazione, impegno e grande volontà. Non c’è nessuno più importante in questo settore di Jimmy Frangi… è la luce alla fine del tunnel P430.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *